Sembra incredibile ma esiste un’alternativa all’assorbente comoda, economica ed ecosostenibile

Il ciclo è una di quelle cose che probabilmente tutte le donne hanno odiato almeno una volta nella vita. Oltre al malessere fisico, infatti, si aggiunge anche una discreta somma da pagare per l’acquisto degli assorbenti. Ma fortunatamente oggi le alternative agli assorbenti si stanno diffondendo sempre di più. Sembra incredibile ma esiste un’alternativa all’assorbente comoda, economica ed ecosostenibile.

Stiamo parlando della coppetta mestruale. Si tratta di una coppetta realizzata in silicone medico e che si inserisce in vagina come un assorbente interno. Il silicone medico con cui viene realizzata la coppetta è sicuro ed igienico. Lo si può sterilizzare a vapore e questo rende la pulizia e la disinfezione molto semplice. Inoltre, è un materiale anallergico.

Sembra incredibile ma esiste un’alternativa all’assorbente comoda, economica ed ecosostenibile

La coppetta mestruale è fatta per essere riutilizzata a lungo. Se usata in modo corretto può durare anche 10 anni con un notevole risparmio economico. La coppetta ha un costo che varia dai 20 ai 25 euro, il risparmio è evidente se consideriamo che dura dai 5 ai 10 anni.

Molti ginecologi la consigliano in alternativa agli assorbenti classici. La coppetta, essendo realizzata in silicone medico, non rilascia eventuali sostanze nel nostro organismo come succede con alcuni assorbenti. Questi ultimi, infatti, potrebbero rilasciare essenze dovute alla profumazione, sbiancanti e sostanze che migliorano l’assorbenza. Inoltre, la coppetta mestruale non secca le mucose come invece può fare un assorbente, e se svuotata regolarmente potrebbe ridurre i rischi legati al ristagno del sangue.

Come si usa la coppetta mestruale?

La coppetta mestruale si deve inserire in vagina, il suo inserimento è molto simile a quello di un assorbente interno. Prima di inserirla, bisogna piegarla opportunamente in modo da ridurne il volume. Una volta inserita può essere tenuta solitamente fino a 12 ore, anche di notte, anche se le raccomandazioni sono di svuotarla ogni 2-4 ore. Dopo averla svuotata si può lavare con acqua e un detergente delicato prima di reinserirla.

Ne esistono di diverse capienze e dimensioni a seconda delle esigenze. È importante ricordarsi di utilizzare sempre la coppetta con le mani pulite per evitare infezioni. Va sempre lavata tra un utilizzo e l’altro e va sempre sterilizzata sia prima del primo utilizzo sia tra un ciclo e l’altro. La sterilizzazione può essere fatta sul fuoco in un pentolino con dell’acqua bollente per circa 10 minuti.

Approfondimento

Questa pianta aromatica che tutti abbiamo in giardino è un incredibile antidolorifico naturale che aiuta a placare i dolori del ciclo

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te