Sembra impossibile ma si può fare un weekend da sogno all’estero senza lasciare l’Italia

Il Ponte di Ognissanti si avvicina ogni giorno di più. Chi ha la fortuna di poter trascorrere qualche giorno fuori sede è già in fermento per decidere la meta. Il mare, la montagna, le città d’arte, Italia o Europa. Per i più fortunati, magari, qualche soggiorno esotico, con l’aggiunta di qualche giorno di ferie. Bisogna decidere vagliando offerte economiche, last minute e promozioni. Scegliere di visitare posti nuovi o tornare laddove si è già stati e andando quindi sul sicuro? Sono tanti i dilemmi amletici.

In più, tra Green Pass e tamponi, quest’anno c’è un’ulteriore variante a complicare la scelta della meta. Abbiamo già suggerito un paio di idee: Alba, in Piemonte, dove assaggiare un tartufo buono da far paura nel weekend di Halloween, o il Festival del Fumetto nella splendida Lucca.

Sembra impossibile ma si può fare un weekend da sogno all’estero senza lasciare l’Italia

Oggi proponiamo una meta diversa, particolare. È uno stato estero a tutti gli effetti, ma si trova in pieno territorio italiano. Espatriamo senza espatriare. Varchiamo i suoi confini, ma è come se rimanessimo in Italia. Stiamo parlando della Repubblica che guarda il nostro Paese dall’alto del Monte Titano. Il quinto stato più piccolo del Mondo con i suoi 62 chilometri quadrati di superficie. Sembra impossibile ma si può fare un weekend da sogno all’estero senza lasciare l’Italia, andando proprio a San Marino.

È una delle repubbliche più antiche del Mondo, una perla incastonata sull’Appennino Tosco Romagnolo a pochi chilometri dal Mar Adriatico. Fondata nel 303 dopo Cristo, San Marino è sempre stata fiera della sua indipendenza. La capitale è Città di San Marino, che è il borgo più grande del territorio. Ogni castello presente a San Marino dà il nome a una piccola città. Entrare in questo lembo di terra inerpicato sul Titano è come fare un tuffo nel passato.

Visitiamo San Marino

Un weekend è più che sufficiente per conoscere tutti gli angoli di questa ridente Repubblica. Innanzitutto è consigliabile lasciare l’auto subito dopo la frontiera, nei pressi di Borgo Maggiore, e salire sul Monte Titano con la funivia. Il consiglio è di munirsi subito della TuttoSanMarinoCard, per godere di agevolazioni e privilegi sui vari musei da visitare.  La prima attrazione è il Palazzo del Governo. Si affaccia nella centrale Piazza della Libertà, chiamata così per la statua posta proprio nel mezzo, uno dei simboli dell’indipendenza. Qui si potrà assistere, ogni trenta minuti, al cambio della guardia. Successivamente, ci possiamo spostare verso il Duomo. Neanche a dirlo dedicato proprio al santo che dà il nome al piccolo Stato. Non è particolarmente rilevante a livello artistico, ma merita comunque un’occhiata.

Poi, salendo lungo la strada, molto pittoresca per le tante botteghe artigianali e i negozi di souvenir, si arriva alle tre torre medioevali. Queste sono il simbolo di San Marino e si trovano sulla vetta del Monte Titano, a 755 metri di altezza. Torre Rocca, Torre Cesta e Torre Montale. Solo le prime due sono visitabili, mentre la terza, più piccola, si può solo ammirare esternamente. Da questo punto c’è un panorama mozzafiato che unisce la montagna al mare. A questo punto, possiamo scendere e decidere di visitare il Museo della Tortura e quello delle Cere. Questo è l’itinerario più semplice, per visitare questo piccolo Stato straniero in pieno territorio italiano.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te