Sembra difficile ma contro ansia e attacchi di panico potremmo provare questi semplici rimedi per aiutare la mente

Quando si tratta di ansia in molti sostengono di soffrirne ma la realtà è ben diversa. Si partirà dal presupposto che tutte le persone, tranne rarissime eccezioni, soffrono di una leggera ansia. Si tratta di una reazione del tutto normale di fronte a situazioni percepite come pericolo.

Quindi, nella maggior parte dei casi l’ansia che si prova è normale e non catalogabile come un vero problema.

Sicuramente non si tratta di una sensazione piacevole ma la natura ci ha dotato di quella che si rivela un aiuto per combattere i pericoli.

Per definire l’ansia invalidante, però, è necessario che le sensazioni superino una certa soglia. Questo renderà impossibile la conduzione di una vita normale.

Ansia che si sviluppa in pubblico, di fronte ad altre persone, in luoghi chiusi o davanti a determinate situazioni.

In questi casi chi ne soffre comincia a vivere la vita in relazione all’ansia.
Dalle situazioni sociali con colleghi o amici alle situazioni in cui ci si sente sotto pressione. Si crede che, evitando questi momenti, si limiterà l’ansia. Giorno dopo giorno si perderà il controllo della propria vita rimanendo intrappolati nell’ansia.

Tipologie di ansia

I disturbi di ansia generalizzata, come si scriveva, si acuiranno in determinati contesti e di fronte a certe situazioni della vita quotidiana.

Agorafobia, disturbo di ansia sociale e fobie in generale possono diventare un vero problema e interferire con la vita.
Tra gli altri possono essere ricordati i disturbi  di panico che comportano frequenti attacchi di questo.

Tra i principali sintomi dell’attacco di panico troviamo le difficoltà respiratorie, la tachicardia, il dolore al petto uniti a formicolii, nausee e tremori.

In alcuni casi potrebbero anche esserci sensazioni di svenimento, depersonalizzazione e derealizzazione.

La paura di morire è frequente, soprattutto la prima volta che si sperimenta un attacco di panico.

Sembra difficile ma contro ansia e attacchi di panico potremmo provare questi semplici rimedi per aiutare la mente

Imparare a gestire l’ansia e gli attacchi di panico è importante per riuscire a condurre una vita il più possibile normale. Se proprio non si riesce, tuttavia, sarà consigliabile rivolgersi a degli specialisti che potranno aiutarci ad affrontare un percorso di guarigione.

Gli esperti ritengono che l’ansia si combatta affrontandola. Anche se determinate situazioni fanno paura è necessario viverle per riuscire a comunicare al cervello che non si tratta di pericoli.

Ovviamente, tutto dipenderà da persona a persona ma, frequentemente, affrontare il problema è la prima azione da compiere.

Un esempio è dato da alcune persone convinte di soffrire di vertigini che, decidendo di mettersi alla prova, affrontano la paura.

In questo caso potrebbe essere utile iscriversi a corsi di arrampicata che, da subito, permetteranno di affrontare il timore. Se il terrore è eccessivo ci si potrà tirare indietro. Tuttavia, non sono rari i casi di persone che, alla fine, sostituiranno la paura con nuove e belle sensazioni.

Per quanto riguarda gli attacchi di panico, invece, sarà utile imparare a riconoscerli prima di combatterli.

Questo permetterà di capire quando sta per arrivare dando il tempo di concentrarsi su altro. Pensare a qualcosa di bello o accarezzare un animale aiuterà a distogliere l’attenzione dal panico.

Importante, poi controllare la respirazione per evitare di respirare eccessivamente veloce e iperventilare. Infatti, sembra difficile ma contro ansia e attacchi di panico potremmo provare questi semplici rimedi per aiutare la mente. In molti, poi, decidono di lavarsi il volto o bere un bicchiere di acqua. Spesso questo potrebbe aiutare ad evitare l’attacco di panico o di renderlo meno grave.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te