Sembra buffo ma ecco cosa potrebbe indicare questo gesto comune del nostro gatto

I gatti sono, insieme ai cani, gli animali più diffusi nelle nostre case. Si tratta di animali molto indipendenti, degli spiriti solitari per natura.

Per questo motivo, anche in famiglia, i gatti tenderanno ad essere consapevoli della loro capacità di cavarsela da soli.

Tuttavia, nonostante questa costante ricerca dei propri spazi, non disdegnano la compagnia del loro amico umano.

Infatti non bisogna commettere l’errore di abbandonare il gatto a se stesso per molti giorni di seguito. Anche il micio più solitario ha bisogno di cure e attenzioni da parte del padrone. Soprattutto in campo alimentare bisognerà fare molta attenzione, infatti alcuni alimenti che si danno ai propri felini potrebbero causare danni gravi alla salute.

Chi ha un gatto sa che una delle caratteristiche di questo animale è quella di lavarsi leccandosi la pelliccia. In molti ritengono che questo gesto naturale del gatto possa prevedere anche eventi atmosferici.

Sembra buffo ma ecco cosa potrebbe indicare questo gesto comune del nostro gatto

Ai gatti da sempre viene attribuito un certo legame con la spiritualità e il paranormale. Tra questi fenomeni troviamo la presunta capacità del gatto di prevedere l’arrivo di temporali o, più semplicemente, della pioggia.

Questa tradizione popolare si è diffusa per via di un tipico comportamento dei gatti prima della pioggia. Infatti, succede spesso un curioso fenomeno che in molti proprietari di felini hanno confermato. Poco dopo che il gatto si è lavato il muso o le orecchie iniziano a scendere le prime gocce di pioggia dal cielo.

Come per tutte le storie popolari ne esistono diverse varianti, in questo caso riguardano la parte del corpo che il gatto dovrebbe lavarsi.

In alcuni casi si tratta del lavaggio del muso mentre in altri casi delle orecchie. Anche se la versione più frequente è proprio quella delle orecchie.

Nel passato in alcune zone del Giappone i gatti venivano radunati all’interno del villaggio proprio per prevedere l’arrivo di eventi atmosferici avversi.

Quasi certamente, anche se non proprio la pioggia, i gatti sentono la variazione della pressione atmosferica e la maggiore umidità.

Specialmente nella previsione del temporale è abbastanza raro che si sbaglino. Si mostreranno molto più agitati, tenderanno a correre ovunque e a farsi le unghie in maniera più aggressiva.

Sicuramente si tratta solo di credenze popolari simili a quelle che attribuiscono la previsione dell’inverno ai semi di cachi.

Tuttavia sarà interessante osservare il nostro animale per verificarne la veridicità o meno. Quindi sembra buffo ma ecco cosa potrebbe indicare questo gesto comune del nostro gatto.

Non solo mici. E le tartarughe?

Le tradizioni popolari hanno attribuito anche alle tartarughe la capacità di prevedere la pioggia. Solitamente, infatti le tartarughe di terra prima di un temporale tenderanno a camminare in zone molto più alte rispetto a dove stanno di solito.

Chi le possiede in giardino potrebbe vederle camminare su un vialetto o sotto al porticato. In ogni caso in zone più alte rispetto ai posti riparati in cui vivono quotidianamente.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te