Sell in may verso una bocciatura dai mercati

Ci sarà o non ci sarà il sell in may quest’anno? E’ la domanda che molti si pongono.

Oggi alla luce degli ultimi ribassi e successivi forti rimbalzi andremo a stabilire quale possa essere il futuro più probabile per i mercati americani da ora in poi. I mercati internazionali sono ad essi correlati con probabilità del 76%.

Cos’è il sell in may?

I dati storici dal 1929  riportano che  il rendimento dei mercati per il  periodo 1 maggio-30 ottobre sono inferiori a quelli del periodo 1 novembre- 30 aprile.

Quali sono le ragioni? Potrebbero essere le più disparate ma non è questo lo scopo di questo articolo.

Tabella 1 Sell in may Fonte Ebook 120 anni a Wall Street Edizioni ProiezionidiBorsa

In Tabella 1 è riportato per il periodo 1929-2007 la performance dell’indice Dow Jones separatamente per i periodi maggio-ottobre e novembre-aprile. Notiamo come a partire dagli anni ’50 la performance nel periodo novembre-aprile sia stata sistematicamente migliore rispetto a quella del periodo maggio-ottobre.

Nel 2019 ci sarà il sell in may?

Il frattale previsionale dell’anno 2019 per il periodo maggio- ottobre proietta un rialzo e quindi un rendimento positivo  anche se il movimento dovrebbe essere  intervallato da qualche ritracciamento.

Quali sono stati i rendimenti dal 1 ottobre 2018 al 30 aprile 2019?

Dow Jones -0,02%

Nasdaq C. -0,14%

S&P 500 +0,64%

Rendimento atteso mese per mese dal 1 aprile al 30 ottobre 2019

maggio -0,05%

giugno  2,11%

luglio 1,21%

agosto 1,07%

settembre -1,15%

ottobre -0,60%

In base a questi calcoli di probabilità dal 1 maggio al 30 ottobre i mercati americani  dovrebbero salire del +2,59%.

Le probabilità sono quindi che per il 2019 l’effetto “sell in may and go away” probabilmente non si verificherà. e quindi dovrebbe risultare premiante rimanere investiti da ora in poi.

Sell in may verso una bocciatura? I valori da monitorare

Come al solito ogni previsione deve essere avvalorata dalla tendenza in corso e per questo motivo andiamo ad indicare i livelli che confermeranno o meno la  previsione di ulteriori rialzi o nuovi ribassi.

Dow Jones

Chiusura  della prossima settimana superiore ai 25.960

Chiusura del mese di maggio superiore ai 26.060

Nasdaq C.

Chiusura  della prossima settimana superiore ai 7.944

Chiusura del mese di maggio superiore ai 7.776

S&P 500

Chiusura  della prossima settimana superiore ai 2.891

Chiusura del mese di maggio superiore ai 2.846.

La statistica e le probabilità sono sfavore dell Sell in may ma ora le conferme devono venire dai grafici. C’è da avvertire che una mancata conferma al rialzo dei valori settimanali e mensili farebbe modificare il nostro scenario annuale e aprirebbe la possibilità a forti ribassi dei corsi azionari (Tempesta all’orizzonte per Wall Street?).

Monitoreremo di sera in sera il polso della situazione nei nostri Editoriali.

Sell in may verso una bocciatura dai mercati ultima modifica: 2019-05-18T09:27:23+02:00 da Gerardo Marciano

Trova il tuo broker

Tickmill
Fisher Investments
Ava Trade

Consigliati per te

Le Fonti TV
Le Fonti TV

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.