Sei sicuro di bere l’acqua giusta?

Essenziale per la nostra esistenza, l’acqua è l’elemento principale del nostro organismo e bere tanta acqua contribuisce alla buona salute di ogni individuo. Insistenti le campagne di sensibilizzazione di medici e nutrizionisti che raccomandano un’idratazione adeguata al fine di un buon funzionamento del nostro corpo. Dunque, bere fa bene ma siamo sicuri di scegliere l’acqua giusta?

ProiezionidiBorsa TV

In commercio esistono molteplici varietà d’acqua e capire quale tipologia fa al caso nostro non è certo un’azione scontata. In questo articolo, vogliamo analizzare con voi le differenti opzioni da scegliere.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Acquista lo smartwatch XW 6.0 con il 70% di sconto

Scopri ora l'offerta

Smartwatch

Sei sicuro di bere l’acqua giusta? Leggere le etichette

Per capire il tipo di acqua di cui abbiamo bisogno, innanzitutto, bisogna conoscere che tipologia stiamo per acquistare. In che modo? Dall’etichetta possiamo valutare il residuo fisso, ovvero dal parametro utilizzato per classificare le acque minerali e le acque potabili in generale. Solitamente espresso in mg/L e che ci permette di classificare le acque minerali in quattro tipi.

a) L’acqua minimamente mineralizzata (residuo fisso minore di 50 mg/ L), indicata generalmente per i neonati.

b) L’acqua oligominerale (residuo fisso inferiore a 500 mg/ L), indicata per chi soffre di ipertensione arteriosa perché stimola la diuresi.

c) L’acqua mediominerale (residuo fisso compreso tra 500 e 1000 mg/ L), indicata per gli sportivi grazie al buon quantitativo di sali minerali.

d) Ed infine, l’acqua ricca di sali minerali (residuo fisso superiore a 1.000 mg/L), indicata per chi ha necessità di integrare velocemente sali minerali.

Generalmente, in gravidanza è consigliabile scegliere una tipologia d’acqua con un valore di residuo fisso inferiore a 200 mg/L. Gli anziani, invece, in linea generica, dovrebbero bere acque oligominerali. Tali prodotti potrebbero essere alternati da altre acque a media mineralizzazione che tramite la presenza di calcio, rinforzano le ossa. Per gli anziani che soffrono di ipertensione, gli esperti consigliano un’acqua a bassa concentrazione di sodio (<20 mg/L).

Se “Sei sicuro di bere l’acqua giusta?” vi è stato utile, leggete anche “6 cibi pericolosi secondo la scienza ma che mangi quotidianamente“.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te