Segnale rosso d’emergenza se ci si alza di notte per bere

Il nostro fisico è formato per tre quarti d’acqua e idratarsi è fondamentale per vivere. L’acqua è l’essenza della natura, delle piante, del mondo animale e, in particolare di dell’uomo. Una corretta funzionalità fisiologica ha bisogno di almeno 2 l d’acqua al giorno, che possono ovviamente aumentare in caso di attività sportiva o nei periodi estivi, in cui cresce il fabbisogno. I consigli primari che riguardano l’assunzione dell’acqua sono semplici: è preferibile berla lontano dai pasti, così da non inficiare la corretta digestione del cibo.

Prima di andare a dormire è consigliabile assumerla con almeno un’ora e mezza di anticipo, per evitare risvegliarsi e alzarsi di notte per andare in bagno. Il nostro corpo, se durante la giornata abbiamo assunto la giusta quantità di acqua, non abbiamo ecceduto con le bevande alcoliche e soprattutto nel pasto serale non abbiamo mangiato troppo saporito, non richiede acqua durante la notte. Ma se questo accade è un segnale rosso d’emergenza se ci si alza di notte per bere. Infatti, nel caso in cui di notte spesso o sempre, si ricorra al classico bicchiere d’acqua, è bene contattare immediatamente il proprio medico. Potrebbe essere l’inizio di qualche fastidioso disturbo come il diabete o l’insufficienza renale.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina Fit, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Casi normali

Un’alzata notturna rara, per bere, può essere dovuta all’assunzione esagerata di alcol, che con i suoi zuccheri e coloranti, può chiedere un’ulteriore idratazione. Una cena che abbia visto portare in tavola cibi troppo saporiti, piccanti o speziati, può essere la causa del risveglio notturno e relativa alzata per bere. Nessuna paura, tutto ciò è normale, ma quando ci concediamo una cena particolarmente saporita, è bene integrarla, una volta finita, con parecchia acqua.

Allo stesso modo può capitare soprattutto d’estate, che, mangiando anche più tardi, una buona pizza ci porti poi ad avere sete di notte. Non ci si preoccupi, perché rientra nella regola. Gli atleti e gli sportivi, sia in palestra che negli sport all’aria aperta, ricordino che una volta terminata la loro sessione, devono reintegrare i sali minerali perduti. Anche in questi casi è opportuno fare un importante distinguo. si prenda una classica partita di calcetto tra amici giocata in estate o in inverno al chiuso. Logicamente il dispendio di energie e di acqua fisiologica durante l’estate è il triplo o il quarto rispetto a quella invernale.

Bere prima di dormire fa bene

Bere almeno due ore prima di dormire fa bene perché depura e purifica l’organismo, il sangue e tutti gli organi. Facilita la digestione, se lontana dai pasti, e quindi permette un sonno regolare e una notte tranquilla. Soprattutto tiene equilibrata l’omeostasi, ossia la bilancia dei liquidi nel nostro corpo che vanno ripartiti al suo interno per un corretto funzionamento. Bere prima della notte, mantenendo il metabolismo attivo, permette anche di dimagrire e bruciare calorie. Fondamentale sarà in quest’ottica non assumere bevande alcoliche, zuccherate o il caffè insieme all’acqua, perché verranno vanificate tutte queste virtù.

Consultare il medico

Invece, segnale rosso d’emergenza se ci si alza di notte per bere tutte le notti o comunque spesso. in questo caso occorre consultare il medico perché potrebbe trattarsi di anticamere di problemi gravi quali insufficienza renale, diabete o problemi al fegato. In tutti questi casi significa che qualcuno dei nostri organi  può avere bisogno di un check-up per capire esattamente come e dove intervenire.

Approfondimento

Curare il fegato e disintossicarsi a tavola

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te