Se soffriamo di questa allergia facciamo attenzione prima di mangiare pomodori e legumi

Ci sono delle condizioni di salute che impongono di modificare il regime alimentare, come la celiachia o le allergie. Queste devono essere tempestivamente diagnosticate così da effettuare i corretti aggiustamenti alla dieta. Per capire se ne soffriamo, è necessario rivolgersi al medico, che ci prescriverà le analisi corrette da effettuare.

Oggi in particolare approfondiamo la conoscenza di un’allergia che causerebbe problemi con alcuni alimenti molto popolari. Infatti, se soffriamo di questa allergia facciamo attenzione prima di mangiare pomodori e legumi e rivolgiamoci al medico.

L’allergia e i suoi effetti

Oggi parliamo dell’allergia al nichel, un elemento chimico che è estremamente diffuso in natura. La Fondazione Veronesi ci fornisce delle delucidazioni su questa condizione. Innanzitutto, indica che il nichel è presente soprattutto in oggetti metallici, cosmetici e prodotti per la casa. Tuttavia, specifica che può anche essere presente nell’acqua ed in alcuni cibi.

L’allergia al nichel avrebbe come effetto principale una dermatite da contatto, che è tipica di alcune allergie.

La dermatite allergica da contatto sarebbe una patologia della pelle originata da una risposta del sistema immunitario al contatto con un certo elemento. In questo caso arriva a partire dal nichel. Tuttavia, la Fondazione indica che questa non è l’unica manifestazione che potrebbe prendere questa condizione.

Se soffriamo di questa allergia facciamo attenzione prima di mangiare pomodori e legumi

L’allergia avrebbe effetti negativi anche se vengono ingeriti cibi con contenuto di nichel. In questo caso, si manifesterebbero sintomi gastrointestinali come nausea, dolore addominale e costipazione.

Ci sono alcuni cibi in particolare che potrebbero avere un contenuto consistente di nichel. Tra questi troviamo i cereali integrali, la frutta a guscio, i legumi e il pomodoro.

Secondo la Fondazione Veronesi, se soffriamo di allergia al nichel dobbiamo rivolgerci al medico, non sempre è necessario eliminare del tutto questi alimenti dalla dieta. Può darsi, infatti, che il medico ci indichi di rimuovere solo parzialmente pomodori e legumi dalla dieta e quindi sarebbe possibile continuare a consumarne.

La Fondazione Veronesi conclude indicando che il contenuto di nichel nel cibo è anche influenzato da altri fattori. Ad esempio, se i pomodori sono cucinate in pentole composte di leghe metalliche in cui è anche presente il nichel. È possibile, poi, che i pomodori siano dentro confezioni metalliche che contengono anche questo elemento. Insomma, i fattori sono tanti ed è anche per questo che solo un medico potrà indicarci la migliore strada da seguire.

Approfondimento

Sembra impossibile ma non dovremmo mangiare banane se soffriamo di questa comune allergia.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te