Se siamo stanchi delle solite patate fritte o lesse, dobbiamo provare la torta di patate trentina a prova di imbranati!

Le patate sono l’ingrediente forse più versatile della cucina. Qualsiasi cottura riserviamo alle patate sono sempre squisite. Economica e amata dai più piccini ci permette di sbizzarrirci con la fantasia creando ricette sempre nuove.

Se però volessimo cambiare il nostro menù a base del giallo tubero potremmo preparare una torta di patate. Questa ricetta è semplicissima e non vi è margine d’errore: l’esecuzione è matematica, non c’è possibilità di sbagliarsi.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Ecco perché se siamo stanchi delle solite patate fritte o lesse, dobbiamo provare la torta di patate trentina a prova di imbranati!

Ingredienti

Gli ingredienti sono veramente poco costosi e sono:

a) 1 kg di patate a pasta bianca;

b) due cucchiai di farina 00;

c) sale e pepe, quanto basta.

Preparazione

Sbucciamo le patate (non buttiamo le bucce, ecco alcuni consigli) e prendiamo la grattugia ( a parte con i fori larghi) e senza lessare andiamo a grattugiarle.

Se si forma dell’acqua, vuol dire che le patate non erano molto fresche. Perciò buttiamo l’acqua e procediamo aggiungendo farina e sale e pepe. Mescoliamo finché il composto non sia ben amalgamato.

Mettiamo la carta da forno, che avremo bagnato e stropicciato, e versiamo il contenuto. Terminiamo con un filo d’olio in superficie e in forno a 200° per mezz’ora.

Voilà la torta di patate è pronta. Va servita calda accompagnata da salumi come salame, speck o la specialità della Val di Non, la “mortandela” (non mortadella).

Quale vino abbinarci

Per un abbinamento sul territorio suggeriamo un Teroldego della Piana Rotaliana.

Proprio per questo se siamo stanchi delle solite patate fritte o lesse, dobbiamo provare la gustosissima torta di patate trentina a prova di imbranati!

Consigli

Ricordiamo sempre che è meglio eliminare le bucce di patate soprattutto se a mangiarle sono i bambini. Le patate che avessero germogliato o quelle verdi non vanno utilizzate.

L’Istituto Federale tedesco per la Valutazione dei Rischi, il Bundesinstitut für Risikobewertung, ha messo in guardia i concittadini sul rischio di intossicazione alimentare. I tedeschi sono grandi consumatori di kartoffel (patate), è risaputo. L’Istituto Federale ha spiegato quali siano i rischi nel mangiare patate verdi o che abbiano germogliato. Consumandole, infatti, potremmo assumere solanina una sostanza tossica presente nelle bucce. L’intossicazione da solanina provoca nausea, vomito, diarrea, mal di stomaco, quindi buttiamo le patate in questo stato.

Consigliati per te