Se siamo stanchi dei soliti cavolfiore, verza e broccoli, dobbiamo cucinare questo contorno incredibile che potrebbe aiutarci contro colesterolo e pressione alta

In ogni regime alimentare sano che si rispetti non possono mancare le verdure. A maggior ragione in questo periodo in cui possiamo trovare prodotti straordinari utilissimi per la salute e spesso fondamentali per fare scorta di antiossidanti. Molti, però, credono che inserire ortaggi e verdure nella dieta significhi rinunciare al gusto e ai piatti sfiziosi. Niente di più sbagliato. E se siamo stanchi dei soliti cavolfiore, verza e broccoli, dobbiamo cucinare questo contorno incredibile che potrebbe aiutarci contro colesterolo e pressione alta. Stiamo per scoprire le proprietà di un ortaggio fenomenale e proveremo a capire come cucinarlo per esaltarne il sapore come mai prima. Prepariamoci perché la ricetta è davvero facilissima.

Se siamo stanchi dei soliti cavolfiore, verza e broccoli, dobbiamo cucinare questo contorno incredibile che potrebbe aiutarci contro colesterolo e pressione alta

Tra tutti gli ortaggi esiste una famiglia famosa per le sue proprietà e utilizzatissima in cucina: quella delle Alliaceae. Ne fanno parte l’aglio, lo scalogno e la cipolla. Ma anche i porri, un ortaggio che spesso tendiamo a sottovalutare. I porri, invece, andrebbero riscoperti. E non soltanto perché hanno un sapore molto delicato.

I porri contengono moltissimi antiossidanti che potrebbero rivelarsi utili per ridurre il colesterolo cattivo e per tenere la pressione sotto controllo. In più sono un’ottima fonte di minerali e vitamina A, B, C, E e K. Un vero e proprio concentrato di salute che sembra avere pochissime controindicazioni. In ogni caso prima di consumarli è sempre bene consultare il medico.

Se ci dà l’ok, possiamo provare la ricetta dei porri gratinati con la propria salsa.

Per prepararne 4 porzioni ci serviranno:

  • 1 kg di porri;
  • 1 etto di latte;
  • 3 cucchiai di olio d’oliva;
  • 1 etto di olio di pinoli;
  • 2 fette di pane raffermo;
  • finocchio selvatico;
  • un cucchiaio di formaggio grattugiato;
  • sale e pepe per condire.

Come prepararli gratinati

Puliamo i nostri porri e rimuoviamo la radice e le parti più dure. Conserviamo le parti bianche e tagliamole a pezzetti di circa 6-8 cm. Le parti verdi ci serviranno per la salsa.

Prendiamo una pentola piccola e facciamo bollire l’acqua con l’olio d’oliva. Quando raggiunge la temperatura giusta, aggiungiamo le parti verdi dei porri e il finocchio selvatico. Facciamo bollire per una decina di minuti e poi aggiungiamo anche le parti bianche. Abbassiamo il fuoco e lasciamo a cuocere per altri 20 minuti.

Siamo pronti per il forno. Togliamo i porri dalla pentola e disponiamoli su una teglia. Copriamo con olio e formaggio grattugiato e inforniamo a 200 gradi. 10 minuti dovrebbero essere sufficienti. Mentre aspettiamo, prepariamo la salsa di porri. Prendiamo il frullatore e mettiamo dentro l’olio di pinoli, le parti di porro avanzate e il pane raffermo fatto a pezzetti. Regoliamo di sale e pepe e frulliamo.

Non ci resta che tirare fuori i porri dal forno e ricoprirli con la loro salsa prima di servire.

Approfondimento

Gennaio è il mese perfetto per mangiare questo pesce facilissimo da cucinare che potrebbe aiutarci contro colesterolo alto e pressione fuori controllo

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te