Se si soffre di bruciore allo stomaco meglio evitare arance, cioccolato e questi altri cibi e seguire 3 semplici accorgimenti

Lo facciamo almeno tre volte al giorno, anche se gli specialisti consigliano di farlo 5 volte, ci regala piacere ai sensi e ci riempie di energia. Parliamo del mangiare. I pasti preparati a casa o consumati fuori dovrebbero essere sempre graditi e farci stare bene. In alcuni casi, però, subito dopo mangiato si possono accusare dei fastidi. Molto diffuso, infatti, è il bruciore allo stomaco o pirosi. I sintomi di solito sono, oltre al bruciore, un dolore all’altezza dello stomaco che può estendersi al petto, a volte anche mal di gola e fastidio dietro lo sterno. Questo disturbo potrebbe presentarsi in modo occasionale o frequente e accompagnarsi al reflusso gastroesofageo.

È importante sapere cosa potrebbe causarlo per poterlo prevenire in alcuni casi. Ad esempio, un cattivo funzionamento della valvola gastrica, oppure il sovrappeso o la gravidanza. Bisogna aggiungere che anche lo stile di vita, come in molte altre situazioni, influisce sulla comparsa del bruciore di stomaco. Il fumo o lo stress, ma anche pasti irregolari o assunti di fretta, farebbero verificare dei fastidi anche a livello digestivo, oltre eventuali ulteriori stati di malessere.

Se si soffre di bruciore allo stomaco meglio evitare arance, cioccolato e questi altri cibi e seguire 3 semplici accorgimenti

Per quanto riguarda in particolare l’alimentazione, pasti troppo abbondanti e troppo conditi sono spesso all’origine del bruciore di stomaco occasionale. Basti pensare al fatto che spesso si presenta durante le feste, quando i pranzi hanno una durata maggiore del normale con molte portate e cibi grassi. In altre occasioni, però, bisogna fare attenzione a ciò che si è mangiato prima della manifestazione del disturbo. Ci sono, infatti, degli alimenti che dovrebbero essere evitati o ridotti nella quantità, poiché potrebbero determinare il bruciore. Tra questi le arance e altri agrumi, il cioccolato, il caffè, i cibi piccanti e speziati, tè, birra, gli alcolici e anche i pomodori. Con il consiglio del medico, quindi, valutando le abitudini alimentari o lo stile di vita, si potranno usare dei farmaci adatti o fare ulteriori indagini cliniche. In generale, se si soffre di bruciore allo stomaco alcuni accorgimenti potrebbero attenuare il disturbo:

  • prendere eventuali farmaci antinfiammatori durante il pasto;
  • non indossare abiti o pantaloni troppo stretti e nemmeno cinture che pressano la zona dello stomaco;
  • fare più pasti durante il giorno per non sovraccaricare lo stomaco, mangiando, in particolare la sera, in modo leggero. E almeno 2 ore prima di coricarsi.
(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te