Se non vogliamo la casa piena di pelo dobbiamo scegliere uno di questi 7 gatti stupendi

È bello avere un gatto in casa pronto a farci le fusa e a divertirci con le sue acrobazie e le sue buffe posizioni. Infatti il gatto diventa un importante membro di famiglia. È in grado di sorprendere giorno dopo giorno con la sua vispa intelligenza.

Molti ne vorrebbero uno, ma desistono. A trattenerli la consapevolezza di aumentare il carico delle pulizie con un tempo che già sembra non bastare mai.

Il gatto tende infatti a perdere molto pelo. Questo aspetto richiede un’attenzione costante nell’ambiente domestico, in più per molti potrebbe essere poco piacevole.

Se non vogliamo la casa piena di pelo dobbiamo scegliere uno di questi 7 gatti stupendi

Il timore di avere la casa ovunque piena di pelo si può risolvere facilmente e adottare finalmente un micio. Sarà sufficiente valutarne uno che non perda alcun pelo o davvero poco. Presentiamo i gatti con queste caratteristiche.

In prima linea non poteva che esserci lui, lo Sphynx, il gatto che ha un pelo così rado da non essere quasi visibile. La sua pelle può essere simile alla gomma, alla pesca o alla cera a seconda dei tipi. È rugoso, dotato di grandi orecchie e di una coda molto lunga. È al momento molto ricercato, ma avendo la pelle molto esposta necessita comunque di particolari cure. Al di là dell’aspetto da duro risulta molto affettuoso.

Esemplari che ne perdono pochissimo

Il Cornish Rex non perde pelo poiché ce l’ha particolarmente vicino alla cute. Ha il pelo corto, ma abbastanza fitto e riccio. Ricerca sempre il proprio padrone.

Anche La Perm è un gatto dal pelo riccio, può essere corto e lungo.  Non avendo sottopelo ne perde pochissimo. Sono dei gran coccoloni e anche molto curiosi.

Il Tonchinese è un incrocio tra il Siamese e il gatto di Birmania. Risaltano i loro occhioni chiari, possono essere azzurri o verdi. Hanno il pelo di lunghezza media e ne perdono poco. Necessitano di continue attenzioni e interazioni.

L’Abissino ha il pelo corto che richiede poche cure. È molto amichevole, ma anche un gran golosone, probabilmente è il gatto che mangia di più.

Il Bengala, altro gatto a pelo corto, ha un manto lucido e maculato simile a un leopardo. È avventuroso ed energico, ma allo stesso tempo un compagno presente in casa.

Il British deriva invece dall’incrocio del noto Certosino, come quello ha il pelo raso. È indipendente e solitario, ma allo stesso tempo ama giocare con la propria famiglia.

Se non vogliamo la casa piena di pelo dobbiamo scegliere uno di questi 7 gatti stupendi, avremo un membro in più in famiglia che saprà farsi amare e donarci amore. I gatti che perdono poco pelo però non è detto siano adatti a coloro che vi sono allergici, in quel caso bisogna prestare attenzione a quali siano le razze ipoallergiche.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te