Se l’ombelico emana un cattivo odore potrebbe trattarsi di questa patologia

Le video guide di PdB - Iscriviti al nostro canale per seguire i nostri eventi e format

Di solito sono le neomamme a preoccuparsi maggiormente per l’ombelico dei bimbi. Infatti questo è un problema che si verifica principalmente con i neonati. Stiamo parlando dell’onfalite. Che altro non è che un’infiammazione dell’ombelico. Vediamo di cosa si tratta.

Se l’ombelico emana un cattivo odore potrebbe trattarsi di questa patologia

Come abbiamo detto, di solito in età adulta non ci si preoccupa molto dell’ombelico. Ma bisogna ricordarsi che può essere l’habitat ideale per centinaia di batteri e funghi.

SCOPRI L'OFFERTA SPECIALE
Acquista ora XW 6.0 dal sito web ufficiale

CLICCA QUI

Smartwatch

Vista la sua forma è facile che raccolga sporcizia di ogni tipo e che non venga pulito a dovere. Infatti l’onfalite può presentarsi anche in età adulta. Un’infiammazione con secrezioni purulente e maleodoranti.

In questo caso è necessario rivolgersi subito al proprio medico, che saprà prescriverci il trattamento adatto.

Come pulirlo

Per scongiurare di procurarci un’infezione è meglio sapere come pulire il nostro ombelico. Così da evitare che emani odori poco piacevoli e che accumuli batteri.

La prima cosa da fare è ricordarsi che esiste. Spesso quando facciamo la doccia neanche lo consideriamo. E invece andrebbe pulito e lavato come se fosse un braccio o un dito.

Se siamo persone che sudano molto, la pulizia dell’ombelico deve essere molto frequente. Perché l’ambiente umido che si crea all’interno è più soggetto al deposito di batteri.

Basta usare un sapone delicato e acqua tiepida. Eliminare qualsiasi residuo che si è depositato all’interno. Lanuggine e sudiciume vario. A questo punto se abbiamo un ombelico profondo, possiamo usare un cotton fioc. Senza sfregare puliamo bene l’interno, lo risciacquiamo e asciughiamo bene.

Il passaggio più importante è proprio l’asciugatura. Perché è in ambienti umidi che i batteri proliferano.

Se si nota irritazione, rivoglersi al medico

Se oltre al cattivo odore si presenta rossore o irritazione, bisogna assolutamente rivolgersi al proprio medico. Altrimenti c’è il rischio di peggiorare la situazione affidandosi a metodi naturali per eliminare questi sintomi. Probabilmente ci saranno prescritti dei farmaci topici per eliminare l’infezione.

Ed ecco perché se l’ombelico emana un cattivo odore potrebbe trattarsi di questa patologia. L’ombelico è quella parte del nostro corpo spesso dimenticata ma a cui dobbiamo prestare attenzione. E non solo a quello dei nostri figli, ma anche al nostro.

Bisogna stare molto attenti ai segnali che ci dà il nostro corpo. Ascoltarli sempre può aiutarci a diagnosticare in tempo i disturbi che ci affliggono.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze a riguardo, consultabili qui»)

Le video guide di PdB - Iscriviti al nostro canale per seguire i nostri eventi e format

Consigliati per te