Se l’inquilino è senza contratto di affitto mandarlo via sarà più complicato

Sappiamo bene che quando diamo ad altri la possibilità di abitare un immobile di nostra proprietà, è opportuno stipulare un contratto.

Solitamente si stipula un contratto di locazione. Ma potrebbe stipularsi anche un contratto di comodato d’uso.

Con ciascuno di questi contratti si va a stabilire il periodo preciso di utilizzazione del bene. Oltre ovviamente a quelli che saranno gli obblighi e gli oneri, sia in capo al proprietario del bene che di chi lo occupa.

Se l’inquilino è senza contratto di affitto mandarlo via sarà più complicato. Ma comunque è possibile.

La detenzione sine titulo di un immobile

Si parla di detenzione sine titulo ogni qualvolta un soggetto detiene un immobile e quindi lo occupa senza avere nessun contratto, né di fitto, né di comodato d’uso.

Dunque, nessun contratto che ne legittimi l’utilizzo.

Potrebbe accadere infatti che il proprietario dell’immobile, decida di far abitare lo stesso ad altri, senza alcun contratto. Questo o perché si fida, o magari per eludere il pagamento di tasse.

Questa superficialità potrebbe costare cara!

Andiamo a vedere come è possibile liberare l’immobile detenuto sine titulo

Mettiamo il caso che si dia la possibilità a qualcuno di occupare una abitazione di nostra proprietà senza stipulare un regolare contratto.

Arriva il momento in cui l’immobile ci serve ed ecco la sorpresa. Chi lo detiene non vuole andare via!

Quando ciò accade non resta che rivolgersi ad un legale. Questi con atto di citazione converrà in giudizio il soggetto che detiene l’immobile sine titulo.

La competenza è del Tribunale del luogo in cui l’immobile è situato.

Con un atto di citazione, il legale chiederà al Tribunale che venga dichiarata la illegittima occupazione dell’immobile. Con condanna, dunque, per chi lo occupa a rilasciarlo libero da cose e persone.

Il problema è che questo tipo di giudizio avendo natura ordinaria spesso ha una durata lunghissima. A differenza dei procedimenti sommari speciali, quale può essere invece lo sfratto per morosità o per finita locazione, che hanno tempi notevolmente più brevi rispetto al rito ordinario.

L’ulteriore beffa?

Ma se chi detiene l’immobile sine titulo non ha beni intestati? In questo caso, è inutile chiedere al Giudice l’indennità di occupazione. Seppure il Giudice, infatti, dovesse liquidarla in sentenza, quelle somme non saranno mai recuperate!

Per questo va sempre stipulato un regolare contratto, perché in caso di problemi, l’iter giuridico da seguire è molto più breve. Mentre, abbiamo visto che se l’inquilino è senza contratto di affitto mandarlo via sarà più complicato.

Consigliati per te