Se le azioni Emak continuano a comportarsi da manuale allora tra poco dovrebbero ripartire al rialzo

Dopo aver raggiunto il I obiettivo di prezzo della proiezione rialzista di cui parlavamo nel precedente report, è iniziato un ribasso tuttora in corso. Ora, se le azioni Emak continuano a comportarsi da manuale allora tra poco dovrebbero ripartire al rialzo.

Come si vede dal grafico, infatti, manca poco al raggiungimento del I obiettivo di prezzo ribassista in area 1,682 euro. La tenuta di questo livello potrebbe far ripartire al rialzo il titolo Emak che a quel punto si dirigerebbe verso nuovi massimi storici. Viceversa, la rottura del supporto proietterebbe le quotazioni prima verso il II obiettivo di prezzo in area 1,258 euro e a seguire verso il III obiettivo di prezzo in area 0,842 euro. Sebbene molto improbabile, qualora la massima estensione ribassista dovesse essere raggiunta rappresenterebbe un ottimo livello di ingresso su un titolo molto interessante.

“HYCM”/
“HYCM”/

Che Emak sia interessante è confermato sia dagli analisti che hanno un consenso accumulare con un prezzo obiettivo che esprime una sottovalutazione di oltre il 40% che dai fondamentali.

Allo stato attuale la valutazione basata sui multipli di mercato restituisce un titolo fortemente sottovalutato sia rispetto alla media del settore di riferimento che al mercato italiano. Ad esempio, il rapporto prezzo/utili (PE) di Emak è pari a 7,5 da confrontare con il 16,4 del settore di riferimento. Il rapporto Price to Book ratio conferma questo risultato.  Inoltre il titolo è valutato a 0,73 volte il suo fatturato del 2021, ovvero livelli di valutazione molto interessanti rispetto ad altre società quotate. Infine, l’azienda appare poco valorizzata se si considera il valore del suo attivo netto contabile.

Un altro aspetto molto interessante in ottica di investimento di lungo periodo è relativo alla solidità finanziaria di Emak. Sia l’indice di liquidità di breve che di lungo termine sono superiori a 1 a testimoniare la solidità del gruppo. Inoltre il rapporto debito totale su capitale è inferiore al 100%.

Se le azioni Emak continuano a comportarsi da manuale allora tra poco dovrebbero ripartire al rialzo: le indicazioni dell’analisi grafica

Emak (MIL:EM) ha chiuso la sedute del 20 settembre in ribassi del 3,29% rispetto alla seduta precedente a quota 1,762 euro.

Time frame settimanale

emak

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te