Se l’alito cattivo diventa un problema, ostacolando i nostri rapporti sociali, non aspettiamo a seguire subito queste 10 regole risolutive

L’alitosi è un problema molto diffuso sia tra le donne che tra gli uomini. Esso, in alcuni casi, è solo temporaneo, per altri, invece, è difficile da risolvere, diventando quindi una condizione perenne. In ogni caso, si tratta di un disagio enorme che influenza le relazioni di ogni tipo. Questo perchè provoca condizionamenti e disagi assai invalidanti a chi ne soffre. Quindi, se l’alito cattivo diventa un problema, ostacolando i nostri rapporti sociali, non aspettiamo a seguire subito queste 10 regole risolutive. Partiamo, dal capire quali sono le cause più comuni di questo disagio. Tra esse abbiamo:

1) una scarsa o errata pulizia del cavo orale e della lingua. Si consideri che circa il 90% dei problemi di alitosi, hanno quest’origine;

2) infiammazioni o infezioni delle gengive. In questo caso, i batteri che ne derivano, possono provocare l’odore sgradevole;

3) il fumo, che comporta la riduzione della saliva, nonchè possibili infezioni e irritazioni dei tessuti.

Altre cause dell’alitosi

Tra le altre principali cause di alitosi, abbiamo, ancora:

4) patologie dentali, che possono causare accumuli di placca e/o infezioni;

5) protesi di cattiva qualità;

6) problemi gastrointestinali e di cattiva digestione;

7) secchezza delle fauci, che ostacolano la naturale attività antibatterica della saliva;

8) diete eccessivamente drastiche;

9) scarsa idratazione;

10) alimenti pesanti come ad esempio quelli fritti, oppure speziati o ricchi di cipolla. Una volta individuate le cause più frequenti di questo problema, veniamo ai suggerimenti più efficaci e quasi sempre risolutivi dello stesso. Il primo consiste nel tenere una corretta e continua igiene orale quotidiana, dedicandole il tempo necessario. Poi, bisogna utilizzare, frequentemente, anche il filo interdentale e un collutorio naturale e delicato. In terzo luogo, bisogna puntare su un’alimentazione corretta, consumando cibi leggeri. Quindi, è bene seguire una dieta ricca di acqua e sali minerali.

4) Evitare il più possibile il consumo di zuccheri, soprattutto quando non è possibile lavare i denti di lì a breve. Questo perchè lo zucchero provoca la formazione di batteri, che causano o, comunque, peggiorano alitosi.

Se l’alito cattivo diventa un problema, ostacolando i nostri rapporti sociali, non aspettiamo a seguire subito queste 10 regole risolutive

Veniamo alle altre regole risolutive dell’alitosi, che sono:

5) consumare tè verde, che oltre ad idratare, rappresenta un antibatterico naturale per la bocca.

6) Mangiare pere, mele e altri alimenti che aiutano la digestione.

7) Smettere di fumare, per migliorare l’idratazione della bocca e ridurre il rischio di incorrere in infezioni e in patologie dell’apparato dentale.

8) Evitare l’alcol, che, come il fumo, riduce la salivazione e produce batteri.

9) Utilizzare l’olio essenziale di menta piperita, per rinfrescare l’alito e mantenerlo profumato. Infine, soprattutto se si seguono già le regole anzidette e il problema persiste, non bisogna trascurare l’ipotesi di una patologia del cavo orale. In tal caso, occorre rivolgersi allo specialista.

Lettura consigliata

I particolari femminili che attirano di più

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te