Se la pianta accartoccia le foglie vuole comunicarci queste gravi mancanze

Le piante per sopravvivere e mantenersi belle hanno bisogno di macro e microelementi che assorbono dalla terra.

In un precedente articolo apparso sulle pagine di ProiezionidiBorsa si era trattato degli elementi che servono alle nostre piante per crescere forti e sane. In assenza di questi elementi, infatti, la sofferenza sarà dietro l’angolo e si manifesterà in diversi modi.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0, lo smartwatch di ultima generazione ad un prezzo incredibile.

SCOPRI DI PIU’

Smartwatch

Tra i fattori che, più di altri, incidono sulla salute delle piante ci sarà la fertilità del terreno.

Perché un terreno possa essere considerato fertile sarà fondamentale la presenza di alcuni elementi tra cui: azoto (N), fosforo (P) e potassio (K). Nei concimi che si trovano in commercio è possibile riconoscere gli elementi attraverso le loro sigle. Tuttavia, a volte, le piante non necessitano di tutti questi elementi in egual misura ma solamente di alcuni di loro.

Ma come fanno le nostre piante a comunicarci queste mancanze? Se la pianta accartoccia le foglie vuole comunicarci queste gravi mancanze.

Carenza di azoto

Il primo caso è quello della carenza di azoto che si manifesterà con una crescita molto lenta della pianta.

Le foglie alla base tenderanno ad ingiallire e ad accartocciarsi dal bordo al centro.

Nel caso di piante da frutto o di ortaggi i frutti cadranno o si staccheranno dalla pianta madre molto precocemente.

Carenza di fosforo

Il secondo caso che si tratterà è quello concernente la carenza di fosforo. Le foglie per comunicarcelo svilupperanno sfumature di colore variabile tra il porpora e il bronzo.

Le piante da frutto o gli ortaggi, poi, avranno una maturazione ritardata o, addirittura, incompleta.

Carenza di potassio

La carenza di potassio, invece, si manifesta in una decolorazione dei margini delle foglie con un classico arricciamento del bordo. I rami di queste piante appariranno deboli, i fiori radi e sbiaditi.

Per quanto riguarda i frutti, invece, saranno di bassa qualità.

Carenza di microelementi

Oltre agli elementi principali, le piante necessitano anche di microelementi come magnesio e calcio.

La carenza di microelementi, infatti, provocherà il rapido deperimento della nostra pianta.

In assenza di magnesio si noterà un ingiallimento delle foglie che ne procurerà una caduta anticipata. In carenza di calcio, invece, i frutti cresceranno con delle macchie e con degli spacchi.

Per fortuna, oggi esistono in commercio dei formulati specifici per piante che contengono anche una sola di queste sostanze. Ecco perché se la pianta accartoccia le foglie vuole comunicarci queste gravi mancanze.

Consigliati per te