Se la carne del supermercato è troppo dura ecco come ammorbidirla perfettamente in pochi secondi

Può accadere che andiamo al supermercato e vediamo una vaschetta di carne particolarmente invitante. Pensiamo già a come cucinarla e a come gustarla, magari facendo la scarpetta col sughetto. Poi già mentre la stiamo cuocendo ecco il terribile sospetto scattato all’apertura della confezione: dura come una suola da scarpe. E lì, subentra la delusione oltre alla consapevolezza di aver magari sprecato del denaro. Ma non disperiamo. Se la carne del supermercato è troppo dura ecco come ammorbidirla perfettamente in pochi secondi, seguendo qualche consiglio utile della nostra Redazione.

Quando tocca al pollo essere duro

Solitamente è la carne di manzo che può riservarci qualche sorpresa poco lieta. Ma, attenzione che anche il petto di pollo può essere duretto a causa delle fibre muscolari. Qualche anno fa un cuoco che seguiva le squadre di calcio ci diede questo consiglio:

  • prendiamo una vaschetta e riempiamola di succo di limone, con mezzo bicchiere di vino bianco;
  • inseriamo la carne e lasciamo che si ammorbidisca per circa un’oretta;
  • a questo punto, di solito, la carne si ammorbidisce grazie alla presenza del limone, soprattutto. Se non dovesse accadere, probabilmente abbiamo di fronte un pollo bionico.

Se la carne del supermercato è troppo dura ecco come ammorbidirla perfettamente in pochi secondi

Esiste poi il sistema tradizionale che ci insegnavano le nostre nonne, soprattutto quelle di campagna. Prendiamo le nostre fettine di carne, cospargiamole di sale su entrambi i lati, lasciandole così riposare per quattro ore circa. Questo sarà il sistema più efficace per eliminare l’acqua dalla carne, ma senza perdere né i nutrienti e soprattutto il grasso che la rende morbida. Ricordiamoci però tassativamente di risciacquare bene dal sale la carne prima di cucinarla.

Abbiamo visto sia il caso del pollo che quello del manzo, ma anche il maiale può risultare duro. Cosa che però di solito accade con questo tipo di carne quando l’abbiamo già cotta. Quindi o la frulliamo per fare polpette, o esiste anche qua il sistema della salatura. Similmente a come abbiamo visto sopra, saliamo leggermente la carne che abbiamo già cotto, inserendola anche in questo caso in un bagno di vino e limone. Garantiremo così alla carne di non disperdere la morbidezza interna, recuperando anche quella esterna. E, se, infine la carne si rivelasse dura in cottura? Nessun problema, aggiungiamo del bicarbonato nella padella, ma rigorosamente all’inizio della cottura e stando attenti alle proporzioni: 1 cucchiaino di bicarbonato per 500 grammi di carne.

Approfondimento

Come preparare un brodo di qualità, seguendo i consigli degli Esperti

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te