Se il tuo corpo emana uno di questi odori potresti avere dei problemi di salute

Se il tuo corpo emana uno di questi odori potresti avere dei problemi di salute. Gli odori che appartengono al nostro corpo sono molteplici ed inviano segnali differenti all’ambiente. Alcuni potrebbero però dirci che il nostro organismo è in sofferenza o preannunciare uno stato di malattia. Prestare attenzione a questi segnali è importante per la cura del proprio benessere e la tutela dalla propria salute. I Tecnici di ProiezionidiBorsa vi forniscono una guida completa.

Perché dobbiamo prestare attenzione ai segnali odorosi del corpo

Sin dall’antichità i sensi del nostro organismo hanno ricoperto un ruolo determinante l’evoluzione della specie umana. L’olfatto, in particolare, è il più antico ed il più potente dei nostri sensi che ci manda segnali importanti sull’ambiente. Pensiamo, ad esempio, all’importanza di riconoscere i cibi dannosi o marci dal semplice odore che emanano senza bisogno di assaggiarli. Questo protegge il nostro organismo da eventuali avvelenamenti da sostanze tossiche o alterate. Buoni e cattivi odori contribuiscono, dunque, alle scelte utili alla sopravvivenza della specie. A quanto pare, questo vale anche per la nostra persona. Infatti, se il tuto corpo emana uno di questi odori potresti avere dei problemi di salute. Quali sono nello specifico?

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0 è lo Smartwatch migliore del 2021: il tuo mondo a portata di polso

SCOPRI IL PREZZO

“XW60”/

Se il tuo corpo emana uno di questi odori potresti avere dei problemi di salute: cosa ci dice l’alito cattivo sul nostro organismo?

Il primo odore che segnaliamo è quello dell’alito. Se questo emana un odore particolarmente sgradevole, a risentirne non saranno le possibili interazioni sociali. Gli odori dell’alito sono differenti ed indicativi di diversi stati di salute. Se, ad esempio, l’alito odora di acetone, sa cioè di solvente per smalto, questo potrebbe essere sintomatico di una forma di diabete. In tali casi, è possibile anche richiedere l’invalidità per patologia diabetica come si indica qui. Oppure, l’odore di pesce marcio si associa ad un problema al metabolismo della persona. Un odore di tipo purulento, invece, potrebbe derivare da problemi ai polmoni o al sistema respiratorio. Sebbene le cause dell’alitosi siano molteplici e risentano dello stile di vita e alimentare, un odore particolarmente marcato evidenzia la necessità di effettuare specifici accertamenti.

Odore di urina, feci e secrezioni: cosa dicono del nostro stato di salute?

Altri odori da monitorare sono quelli di: urina, feci e secrezioni. Per quanto riguarda l’urina, questa oltre all’odore dovrebbe conservare anche un buon colore. La principale causa dell’urina maleodorante risiede nell’alimentazione o nel consumo di antibiotici. In particolare, un odore simile a quello di candeggina o di ammoniaca, potrebbe indicare la presenza di infezioni renali o delle vie urinarie. Nel caso delle feci, invece, il loro cattivo odore potrebbe derivare da una intolleranza alimentare. Oppure, potrebbe trattarsi di infiammazioni e infezioni del tratto intestinale da non trascurare assolutamente.

Un altro cattivo odore secretivo potrebbe essere quello legato alle secrezioni vaginali delle donne. In questo caso, un eccesso di secrezione dal colore biancastro unita ad odore di lievito, potrebbe indicare un principio di candidosi, infezione assai frequente soprattutto nella stagione estiva.

Questi dati ci indicano quanto sia importante non sottovalutare i segnali che invia l’organismo. Se il tuo corpo emana uno di questi odori potresti avere dei problemi di salute. È sempre bene seguire le dovute norme preventive ed affidarsi a medici specializzati per gli accertamenti sanitari.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te