Se il nostro cane o gatto soffre il caldo o il sole dobbiamo assolutamente fare questa cosa

Amare il proprio cane o il proprio gatto è una scelta libera. Piuttosto si tratta di una scelta, allo stesso tempo, consapevole e voluta. Quando amiamo una persona, amiamo un nostro simile. Ci riusciamo a parlare, ad aprire, a condividere sia le nostre paure più recondite sia le nostre passioni e i nostri desideri.

I cani e i gatti riescono a starci vicino diversamente, ma sicuramente con un’intensità diversa. E anche noi, a nostro modo cerchiamo di volergli bene. Infatti, siamo sempre alla ricerca di fargli capire che li amiamo, con attenzioni, giochi e passeggiate. In un precedente articolo, Noi di ProiezionidiBorsa abbiamo segnalato alcuni giochi che stimolano l’intelligenza del cane.

Oggi, invece, vogliamo parlare di un fastidio che per loro potrebbe proprio essere un peso. Parliamo, infatti, del sole e del calore, che non è il miglior amico dei cani e dei gatti. Infatti, se il nostro cane o gatto soffre il caldo o il sole dobbiamo assolutamente fare questa cosa.

Il sole

Come tutti coloro che hanno un cane o un gatto avranno già notato, i nostri amici a quattro zampe non sono dei veri amanti del sole. I gatti ancor meno dei cani, se stanno al sole lo fanno solo per starci vicino.

Certo, per loro la cosa che conta di più è la nostra compagnia e la nostra presenza. Tuttavia, sarebbe davvero ingiusto farli soffrire solo perché non sappiamo che non lo amano.

Se il nostro cane o gatto soffre il caldo o il sole dobbiamo assolutamente fare questa cosa

La soluzione è propria comoda e facile da attuare: non parliamo, infatti, di lavarli con molta frequenza. Sappiamo bene come i nostri amici animali non amino questo genere di cose.

Parliamo piuttosto di portarci appresso un ombrello, anche grande, con cui coprirli e fargli ombra nelle ore di sole. Certo, potremmo sembrare un po’ strani a girare con l’ombrello, ma per i nostri amici animali potremmo tranquillamente farlo.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te