Se il gatto non beve potrebbe avere grossi problemi. Ecco le 5 cose da fare

Il gatto è un animale estremamente autonomo, anche sul consumo dell’acqua. Sa perfettamente quale sia la quantità di acqua di cui ha bisogno ogni giorno. Se il gatto non beve potrebbe avere grossi problemi. Ecco le 5 cose da fare.

Se il comportamento anomalo dovesse protrarsi a lungo nel tempo, il gatto potrebbe incorrere anche in gravi problemi ai reni. Tuttavia, non c’è da spaventarsi troppo. Insomma, se il gatto non beve non vuol dire che stia male. Ma meglio tenerlo d’occhio perchè a lungo andare questo comportamento potrebbe arrecare dei danni alla sua salute. Potrebbero, infatti, esserci dei fattori esogeni che lo spingono a limitare il consumo d’acqua. Esistono quindi degli accorgimenti che si possono adottare per assicurarsi che il gatto beva effettivamente a sufficienza.

Se il gatto non beve potrebbe avere grossi problemi. Ecco le 5 cose da fare

Per prima cosa, bisogna stare molto attenti a dove si posiziona la ciotola dell’acqua. I gatti hanno un olfatto molto sviluppato e per questo bisogna assicurarsi che l’odore dell’acqua rimanga quanto più neutro possibile. Farlo non è difficile, basterà allontanare la ciotola dell’acqua da quella del cibo.

Ancora. Il gatto è un felino estremamente abitudinario, ma anche enormemente pigro. Potrebbe stancarsi di bere sempre nello stesso posto. Ragion per cui, se si desidera invogliarlo a bere, può rivelarsi utile posizionare per la casa più di una ciotola per l’acqua, magari in corrispondenza dei suoi spot preferiti.

Se questi due accorgimenti non dovessero rivelarsi sufficienti allora forse vuol dire che è arrivato il momento di cambiare ciotola. Specialmente se si usano le ciotole in plastica è bene sostituirle con altre in ceramica o in vetro.

Poi, anche se può risultare scontato, bisogna assicurarsi che l’acqua sia sempre pulita e fresca. Ebbene sì, i gatti non amano bere acqua stantia, ma, d’altronde, a chi potrebbe mai piacere.

Se dopo aver adottato tutte queste misure il gatto dovesse continuare a non bere, si può pensare di incrementare la quantità di cibo umido da somministrargli.

Una piccola postilla: è meglio evitare di somministrare latte al gatto, ecco perché.

Consigliati per te