Se il gatto miagola la notte non è solo perché ha fame o vuole uscire, ma c’è un altro motivo impensabile

I nostri amici animali a volte hanno comportamenti strani che fatichiamo a capire. I gatti sono tra i più curiosi in questo senso e ci stupiscono sia in positivo che in negativo. Infatti, non appena portiamo a casa il nostro micio, potremmo ritrovarci subito a dover rimediare ai graffi che lascia in giro per casa.

Questo comportamento è alquanto sospetto, così come un altro in particolare, di cui ci occuperemo oggi. Parliamo del costante vocalizzo che emette e che proprio non ci fa dormire. Se il gatto miagola la notte non è per forza per i motivi a cui pensiamo.

Certo, non è da escludere che abbia appetito o che senta il bisogno di uscire in giardino. Ma dietro questo particolare atteggiamento si potrebbe nascondere una ragione ben più “istintiva”.

Noia e bisogno di evadere da casa

Spesso il gatto inizia a miagolare perché vuole attirare la nostra attenzione. Tra le cause più comuni ci sarebbe il desiderio di sgranocchiare qualcosa, ma anche la semplice noia. In quest’ultimo caso potremmo rimediare tutto sommato facilmente.

Innanzitutto, durante il giorno dovremmo permettere al micio di uscire liberamente, per sgranchirsi le zampe. In aggiunta, prima di andare a letto, potremmo intrattenerlo con qualche giochino che lo diverta. In questo modo si sentirà appagato, stanco e pronto per dormire.

Ricordiamoci anche che probabilmente i gatti giovani si sentiranno più attivi durante le ore notturne rispetto a quelli anziani. Questo perché non avrebbero ancora dimenticato del tutto i loro istinti predatori, che li invogliano a cacciare dopo il crepuscolo.

Se il gatto miagola la notte non è solo perché ha fame o vuole uscire, ma c’è un altro motivo impensabile

Nel caso il gatto miagoli in continuazione e in maniera piuttosto insistente, vi potrebbe essere una ragione precisa. Si tratterebbe semplicemente di un richiamo ormonale. Come ogni altro essere vivente, anche i felini sentono il bisogno di accoppiarsi durante la loro vita, che siano domestici o in libertà.

Una volta che avremo accertato che il problema in questione sia effettivamente tale, potremmo agire facendo sterilizzare il micio. In ogni caso, per qualsiasi chiarimento in merito alla situazione, consigliamo di portarlo da un veterinario competente.

L’esperto ci dirà cosa potrebbe realmente affliggere il nostro gatto e come comportarci di conseguenza. Non è da escludere, infatti, che vi possano essere problemi di natura fisica che gli causino sofferenza ai quali non avevamo pensato.

Lettura consigliata

Gli accessori indispensabili per portare fuori il gatto

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te