Se il cane non risponde al richiamo forse il padrone ha commesso quest’errore madornale

Una delle principali caratteristiche dei cani è che rispondono quando li chiamiamo. Eppure, non è sempre così. Può capitare che il nostro amico a quattro zampe sia sordo al nostro richiamo. Il fatto non è di poca importanza e può compromettere un buon rapporto con l’animale domestico. Per questo è importante conoscere le possibili cause di questo comportamento e agire subito per rimediare.

È possibile, infatti, che l’indifferenza del cane sia dovuta al fatto che associa il suo nome a qualcosa di spiacevole, come un rimprovero. Se il cane non risponde al richiamo forse il padrone ha commesso quest’errore madornale pur senza volerlo: rimproverarlo chiamandolo per nome. Vediamo come capire se è questo il caso e come aggiustare le cose. Altrimenti, passiamo al vaglio altre possibili motivazioni.

Se il cane non risponde al richiamo forse il padrone ha commesso quest’errore madornale

I comportamenti dei cani si basano su pensieri associativi. Se associa il suo nome a qualcosa di spiacevole è possibile che non risponda più al richiamo. Allo stesso modo, se in passato l’abbiamo punito subito dopo averlo chiamato, è possibile che ci ignori per difendersi dalle conseguenze. Se il cane abbassa le orecchie, infila la coda tra le zampe o reagisce mestamente quando pronunciamo il suo nome, è possibile che lo associ a una minaccia. In questo caso dobbiamo riguadagnare la sua fiducia. Per esempio, possiamo premiarlo con un biscotto subito dopo averlo chiamato o mostrarci felici ogni volta che risponde. Il linguaggio del corpo è essenziale nel rapporto tra cane e padrone, questo non dobbiamo dimenticarlo. Associare qualsiasi gesto o comportamento minaccioso al suo nome può portarlo a diffidarne.

Altri motivi di diffidenza

Un altro motivo per cui il cane può ignorare il padrone che lo richiama è che associa il richiamo alla fine di un momento di gioco. Oppure, è distratto da altri stimoli, come uno stimolo olfattivo (più forte di quello uditivo). Durante la fase dell’addestramento, è opportuno sforzarci a collegare il nome del cucciolo a esperienze positive per lui. In questo modo non ci volterà mai le spalle.

Approfondimento  

Attenzione perché se il nostro cane beve molto potrebbe non trattarsi solo del caldo estivo ma di uno di questi 3 problemi da sottoporre subito al veterinario

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te