Se il cane non mangia da giorni in estate potrebbe essere colpa delle zecche ma anche di questi insospettabili motivi 

I cani sono gli animali più diffusi nelle case degli italiani, poche le persone che non ne hanno mai avuto uno. Proprio come le persone anche loro, durante il periodo estivo, soffrono più o meno il caldo. Questo potrebbe spingerli a mangiare meno facendo, di conseguenza, preoccupare il padrone. Non sempre è necessario correre dal veterinario, l’afa potrebbe semplicemente ridurre l’appetito del nostro animale domestico. Tuttavia, al contrario, ci sono segnali che non andrebbero mai sottovalutati. Oggi si cercherà di capire quali sono questi segnali e quando bisognerebbe davvero preoccuparsi se il cane non mangia da giorni in estate. Da un lato la causa potrebbe essere legata alla scarsa qualità del cibo, dall’altra il problema potrebbe essere fisiologico o ambientale.

Se il cane non mangia da giorni in estate potrebbe essere colpa delle zecche ma anche di questi insospettabili motivi

L’inappetenza nel cane potrebbe essere legata a diverse cause tra cui malattie come tumori, allergie, problemi a cuore, reni, fegato o problemi ai denti. Le patologie che possono colpire il cane e portarlo a non mangiare sono innumerevoli ma sarà il veterinario a valutarne la gravità. Tra gli altri motivi che spingono il quattro zampe allo sciopero della fame potrebbero essere legati a cambiamenti che gli hanno causato stress. La morte dell’altro animale domestico con cui era abituato a vivere e mangiare, l’assenza del padrone o un cambio di dieta. Tutti motivi che potrebbero provocare fastidio e, conseguentemente, inappetenza. Come si scriveva precedentemente, la scarsa qualità del cibo potrebbe infastidire il cane. Meglio prediligere crocchette e carne con valori nutrizionali adatti al nostro cane. Si potrà anche aggiungere dell’acqua tiepida per rendere il tutto più gustoso.

Quando preoccuparsi

Tendenzialmente il cane potrà non mangiare, senza conseguenze, per cinque o sei giorni. Infatti, se il cane non mangia per un paio di giorni non ci sarà da preoccuparsi più di tanto. Potrebbe essere del tutto normale proprio come, al contrario, sarà necessario portarlo dal veterinario se l’inappetenza dovesse protrarsi. A maggior ragione se al rifiuto del cibo si associa il vomito o questo si manifesta subito dopo il pasto. Questo potrebbe essere legato alla presenza di parassiti come ad esempio le zecche. La puntura di una zecca potrebbe provocare nel cane febbre, inappetenza ma anche vomito e diarrea. Controllare, poi, la ciotola dell’acqua perché se il cane oltre a non mangiare non beve bisognerà correre ai ripari. La situazione in quel caso potrebbe essere molto più grave e richiedere un consulto specialistico immediato.

Lettura consigliata

Ecco svelato perché cani e gatti amano mangiare l’erba

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te