Se il cane la mangia, la sua salute potrebbe essere seriamente a rischio

Avere un cane in casa è una gioia immensa. L’amore che riesce a trasmettere un animale, infatti, è infinito. E molti non riescono davvero a fare a meno del proprio animale peloso. Ma è necessario prestare anche molta attenzione al proprio cane. Infatti, la sua salute deve essere sempre al primo posto. È l’unico modo in cui lo si può “ripagare” di tutto l’affetto che dona. E, se ci si vuole prendere cura del suo benessere, bisogna stare attenti soprattutto a ciò che ingerisce. In questo caso, in particolar modo, i veterinari avvertono sul pericolo, per l’amico a quattro zampe, di ingerire una lumaca. Infatti, se il cane la mangia, la sua salute potrebbe essere seriamente a rischio.

Le lumache possono essere pericolose per i cani, il parere del veterinario

A dare tutte le spiegazioni è il veterinario Diego Manca. Il medico, infatti, spiega che, se un cane dovesse ingerire per una lumaca, ci potrebbero essere delle conseguenze da non sottovalutare. Le lumache, come anche le chiocciole, sono dei gasteropodi. Dunque, ospitano, per tempi piuttosto lunghi, il parassita Angiostrongylus Vasorum. All’interno delle lumache, questo parassita si evolve, arrivando allo stadio più alto di infestante.

Se il cane dovesse mangiare una lumaca, il parassita si inserirebbe facilmente nel suo sistema sanguigno, riproducendosi con assoluta rapidità. Le conseguenze potrebbero davvero essere gravi. Infatti, si potrebbe verificare una trombosi, un’ostruzione delle arterie dei polmoni, un’insufficienza cardiaca o problemi neurologici non indifferenti.

Cosa fare in questi casi?

Se si vede il proprio animale peloso ingerire una lumaca, bisogna ricordarsi che, se il cane la mangia, la sua salute potrebbe essere seriamente a rischio. Quindi, la prima cosa da fare è quella di portarlo dal veterinario. Qui, probabilmente, verranno effettuate delle analisi per controllare il benessere dell’animale. La notizia che potrebbe tranquillizzare molti padroni è che l’Angiostrongylus Vasorum non è trasmissibile all’uomo. Dunque, almeno da questo punto di vista, nessuna paura. Bisognerà semplicemente stare vicini al proprio cane e aiutarlo a guarire, dimostrandogli lo stesso affetto che lui regala ogni giorno.

Approfondimento

Le tre razze di cane più adatte per vivere in appartamento secondo gli esperti

Consigliati per te