Se il cambio di scarpe primaverile ci fa venire le bolle ai piedi ecco come farle passare subito e senza dolore

La primavera è la stagione in cui finalmente cominciamo ad avventurarci all’esterno per passeggiare nei parchi e nei giardini. Passati i rigori dell’inverno, sarà necessario operare un cambio dell’armadio per adattarsi al clima più mite, comprese scarpe più leggere.

C’è però un inconveniente di cui molti soffrono dopo il cambio delle scarpe: ora che non indossiamo più gli spessi calzini invernali, i nostri piedi possono ricoprirsi di bolle e di vesciche, che rendono la nostra passeggiata tutt’altro che piacevole.
Se il cambio di scarpe primaverile ci fa venire le bolle ai piedi, ecco come farle passare subito e senza dolore.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Se le scarpe non sono nuove, le vesciche sono un problema temporaneo

Innanzitutto, dobbiamo assicurarci che le bolle ai piedi non siano dovute a delle scarpe. Se abbiamo delle scarpe nuove, potrebbe verificarsi questo inconveniente.

Ma se ci sono venute le vesciche ai piedi indossando le nostre solite scarpe primaverili, probabilmente si tratta di un problema temporaneo. I nostri piedi si adatteranno presto al cambio di calzature, e non verremo più disturbati dalle bolle. Ma nel frattempo, come possiamo farle passare in fretta?
Se il cambio di scarpe primaverile ci fa venire le bolle ai piedi ecco come farle passare subito e senza dolore.

La regola numero uno è non bucare la vescica

La prima e più importante regola quando siamo alle prese con le vesciche ai piedi è solo una: non toccarle. Per quanto possiamo essere tentati, non buchiamo la vescica e non tentiamo di rimuovere la pelle morta. Questo causerà più dolore e renderà i nostri piedi vulnerabili la prossima volta che indosseremo un paio di scarpe. Se non la buchiamo, la vescica si riassorbirà da sola.
Se però si è bucata accidentalmente, che cosa dobbiamo fare? Non rimuoviamo subito la pelle morta che copre la vescica, perché protegge la pelle sottostante.

Lasciamo che i piedi siano esposti all’aria quando possibile, ad esempio quando siamo in casa. Quando usciamo, proteggiamo la vescica con un cerotto, che però deve essere cambiato spesso per evitare che si formi umidità.

L’umidità è anche la principale causa della puzza di piedi, ecco qualche trucco per combatterla.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te