Se il caffè sa di muffa il problema potrebbe essere proprio questo

Il caffè, rituale di ogni mattina e piacere a qualsiasi ora. Tutti amiamo questo oro nero e non c’è niente di meglio di svegliarsi la mattina col profumo che arriva dalla cucina. Profumo che però può regalarci soltanto la moka e non anche le famose capsule, come tutti sappiamo. In un precedente articolo (link qui) abbiamo confrontato proprio moka e capsule, elencando i pregi dell’una e delle altre.

Tra i pregi del caffè fatto col metodo tradizionale per così definirlo, vi è proprio il suo inimitabile odore intenso e avvolgente. Andiamo adesso però ai difetti, oltre che ai pregi di questo metodo antico di preparare il nostro rituale quotidiano. Capita infatti che chi usa la moka avverta talvolta uno strano sapore di muffa, cosa che non accade utilizzando le macchinette di cialde o capsule.

Quale sarà il problema?

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Se il caffè sa di muffa il problema potrebbe essere proprio questo

Il problema deriva da quella che è l’origine di tutte le muffe che si formano su ogni superficie: l’umidità. Ci sembrerà strano pensare all’umidità all’interno di una caffettiera, ma ricordiamoci che si tratta pur sempre di un contenitore in cui versiamo dell’acqua. Dopo averla usata, normalmente si suole sciacquarla con acqua corrente e lasciarla asciugare sul lavello. Così, una volta (convinti che sia) asciutta, la si chiude e la si conserva. Magari in quel periodo non la utilizziamo per giorni, fino a quando abbiamo voglia di un bel caffè ed ecco che avvertiamo un cattivo sapore. Il problema è che spesso finiamo per chiuderla e conservarla quando ancora il serbatoio dell’acqua non è totalmente asciutto. In tal modo, ecco che si forma l’umidità, la cui formazione aumenta in proporzione inversa rispetto al nostro utilizzo. Ciò significa che meno la usiamo, più il caffè saprà di muffa.

Possibili rimedi

L’unico e semplice rimedio è conservarla solo dopo averla asciugata con cura. Più che di una soluzione, si tratta di prevenzione, un gesto quotidiano che non ci costa nulla se non pochi minuti della nostra giornata.

Se il caffè sa di muffa il problema potrebbe essere proprio questo, ma è facile evitarlo se mettiamo un po’ di attenzione in più.

Consigliati per te