Se conserviamo il formaggio in frigo con questi semplici trucchetti sarà più morbido, fresco e durerà molto più a lungo

Taglieri di salumi e formaggi sono irrinunciabili per preparare un aperitivo perfetto. Ma anche per organizzare pranzi e cene, il formaggio si rivela fondamentale per la riuscita di alcuni piatti.

Spesso però cerchiamo di consumarlo in fretta per paura che possa andare a male in frigo.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
La nuova friggitrice ad aria che amerai: zero odori, zero schizzi

SCOPRI IL PREZZO

Oil free

In realtà, se conserviamo il formaggio in frigo con questi semplici trucchetti sarà più morbido, fresco e durerà molto più a lungo. Vediamo insieme come.

L’errore più comune e inaspettato

L’errore più comune nella conservazione del formaggio riguarda l’uso della pellicola trasparente. Questa, infatti, non permette al formaggio di respirare. Inoltre il formaggio finirebbe per assorbire l’odore della plastica: questo perché è costituito da molti grassi.
Per avere del formaggio morbido e fresco come quando si è appena comprato basta avere a casa della carta oleata.

La carta oleata è anche conosciuta più comunemente come la carta del formaggio. Questo tipo di involucro permetterà la giusta conservazione del formaggio, garantirà l’umidità originale e, soprattutto, addio ai cattivi odori nel freezer.

Altrimenti si può optare per la carta da forno.

Come conservare i diversi formaggi in frigo

I formaggi non vanno conservati tutti insieme. Se riuscissimo ad organizzare bene il frigorifero -tenendo i formaggi separati tra loro per tipo – ciascun prodotto non perderà il proprio sapore e profumo che lo contraddistingue.

A seconda del formaggio che si vuole conservare ci sono poi altri dettagli da considerare. Oltre il ripiano del frigo e la giusta temperatura si deve conoscere il tipo di formaggio.

Ad esempio, per i formaggi stagionati, come il Parmigiano, esiste una carta specifica con del film protettivo all’interno. Quest’ultimo non permette il contatto diretto con l’aria ma la carta esterna garantisce il giusto ricambio di ossigeno e il formaggio potrà respirare. In questo modo sarà sempre morbido e saporito.

In passato, questa tipologia di formaggi era avvolta in un panno bagnato con acqua e saloni questo modo si garantiva la giusta umidità.

Al contrario, i formaggi semi-stagionati si mantengono a lungo quando si conservano avvolgendoli nella carta cerata o all’interno di contenitori di plastica. Attenzione, però, alla condensa all’interno della confezione.
Inoltre ci sono anche delle scatole pensate appositamente per il formaggio in grado di prevenire il passaggio di odori tra il formaggio e gli altri alimenti presenti nel frigo.

I formaggi morbidi, come il Brie o il Camembert si possono anche conservare nella carta per il formaggio. Infine, quelli cremosi, come feta o ricotta, nella loro confezione originale.

Ecco spiegato perché se conserviamo il formaggio in frigo con questi semplici trucchetti sarà più morbido, fresco e durerà molto più a lungo.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te