Se accade con una certa frequenza, le donne non dovrebbero mai sottovalutare questa cosa che succede al loro corpo

Il corpo della donna è una grande “macchina complessa”. Tutto ciò che ha a che fare con il ciclo mestruale e gli ormoni è piuttosto complesso e va ad influire su tanti aspetti della salute femminile.

Senza poi contare che ogni fisico è diverso dall’altro, e ognuno reagisce a modo proprio. Alcune donne soffrono terribilmente la sindrome premestruale e altre invece vivono il ciclo come se nulla fosse.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Oggi affronteremo però un episodio che spesso accade. In genere non è nulla di grave. Tuttavia, non è però un sintomo da sottovalutare perché potrebbe nascondere patologie e problemi più gravi. Meglio quindi fare una visita ginecologica di controllo. Vediamo quindi di cosa si tratta e, soprattutto, se accade con una certa frequenza, le donne non dovrebbero mai sottovalutare questa cosa che succede al loro corpo.

Perdite marroni

Tra un ciclo e l’altro può capitare di notare delle perdite marroni. Non sono abbondanti come il ciclo vero e proprio. Non sono rosso vivo ma più scure, tendenti al mattone, se non addirittura quasi nere. Queste perdite hanno questa colorazione in quanto ristagnano nel nostro corpo più a lungo. Non vengono espulse immediatamente e pertanto il sangue si ossida diventando così più scuro.

Le cause più frequenti

Le perdite marroni sono collegate a situazioni ben specifiche:

a) periodo di forte stress e stanchezza acuta;

b) assunzione di contraccettivi ormonali (pillola, anello);

c) cattive abitudini e/o problematiche alimentari (anoressia e bulimia in primis).

Chi si ritrova in una delle situazioni sopra esposte, deve considerare le perdite marroni come qualcosa di abbastanza normale. Anche se, per maggior sicurezza, un controllo dal proprio ginecologo non fa mai male!

Se accade con una certa frequenza, le donne non dovrebbero mai sottovalutare questa cosa che succede al loro corpo

Nel caso in cui, però, le perdite marroni cominciassero a presentarsi con una certa frequenza, e soprattutto non ci si riconosca nella casistica sopra elencata, è bene andare a fare una visita ginecologica più approfondita.

Le perdite ematiche marroni, o comunque scure, possono essere uno dei primi segnali di patologie più gravi, quali:

a) cisti ovariche;

b) vaginite;

c) endometriosi;

d) alcune malattie veneree;

e) fibromi uterini;

f) tumori.

La prevenzione prima di tutto! Ricordiamocelo sempre.

Se le perdite scure iniziano a diventare un’abitudine costante e/o se sono associate ad altri disturbi quali prurito nelle zone intime o dolori pelvici, contattare subito il ginecologo di fiducia per una visita completa.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te