Se abbiamo problemi a dormire la sera cambiare questa semplice abitudine ci può aiutare

I problemi del sonno affliggono molti di noi. Ci capita spesso infatti di rigirarci ore nel letto senza riuscire ad addormentarci. In questi casi le abbiamo provate tutto. Contiamo le pecore, meditiamo, ma niente, il sonno non arriva. Secondo la scienza, però, se abbiamo problemi a dormire la sera cambiare questa semplice abitudine ci può aiutare.

Una presenza costante anche prima di dormire

Cosa facciamo prima di chiudere gli occhi? Molti di noi fanno la stessa cosa: stanno allo smartphone. Ormai il telefono è diventato un nostro compagno inseparabile. Lo teniamo vicino a noi tutto il giorno, anche la sera. Invece di leggere un buon libro, molti quindi passano gli ultimi minuti di veglia sui social. Purtroppo però gli smartphone emettono la cosiddetta luce blu. Questa luce viene percepita dal nostro cervello come luce diurna.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Aloe Vera

In questo modo la luce blu va a sregolare il ritmo sonno-veglia e abbiamo più difficoltà ad addormentarci. Lo conferma anche la scienza. Secondo uno studio del Netherlands Institute of Neuroscience è emerso che smettere di usare lo smartphone la sera permette di dormire sonni più tranquilli in una sola settimana. Non solo, chi stava meno allo smartphone si addormentava prima e si svegliava meno di notte.

È solo colpa della luce blu? 

Se abbiamo problemi a dormire la sera cambiare questa semplice abitudine ci può aiutare, ma forse la luce blu non è l’unica colpevole. Secondo lo studio sopra citato, infatti, anche indossare occhiali che filtrano la luce blu può aiutare. È anche possibile impostare il filtro notturno giallo sui nostri smartphone. Secondo un altro studio, però, può essere colpevole anche l’intensità della luce.

Condotto dalla University of Manchester e pubblicato su Current Biology, lo studio ha concluso che una luce gialla intensa è più dannosa per la qualità del nostro sonno di una blu tenue. Bisognerebbe quindi non solo limitare le luci blu la sera, ma anche le luci forti. L’ideale è quindi prepararsi per il sonno con una luce soffusa, leggendo magari un buon libro.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te