Scopriamo tutti i segreti per conservare il limone più a lungo in modo da non perderne nemmeno una goccia

Il limone è un agrume molto utilizzato sia per la cura della casa, sia in cucina. Le sue proprietà sono molteplici e infatti questo agrume non manca mai nelle nostre case. Ma come bisogna comportarsi quando tagliamo il limone per usarne solo una sua parte e poi dobbiamo conservare l’altra? Oggi con questo articolo scopriamo tutti i segreti per conservare il limone più a lungo in modo da non perderne nemmeno una goccia.

Mille usi del limone

Come già detto in precedenza, il limone può essere utilizzato in mille modi per le faccende domestiche. Ad esempio, può essere utilizzato per pulire grattugie, taglieri in legno, elettrodomestici come frigorifero, forno a microonde e lavastoviglie. Inoltre, il limone è in grado di rimuovere il calcare dai rubinetti e quindi è perfetto per la cura del bagno. E infine, possiamo utilizzarlo per trarne benefici per la nostra salute. Infatti, il limone è utile perché è in grado di favorire la digestione, lenire punture di insetti e persino per la salute di fegato ed intestino. Unito al bicarbonato, il limone è in grado anche di sbiancare i denti. Dopo aver visto come possiamo usarlo, scopriamo tutti i segreti per conservare il limone più a lungo in modo da non perderne nemmeno una goccia.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Intero

Possiamo conservare i limoni interi in due modi. Per il primo, dobbiamo lavare ed asciugare accuratamente il nostro limone. A questo punto, lo chiudiamo in un sacchetto di carta e lo riponiamo nel cassetto del frigorifero. In questo modo resterà succoso più a lungo e non ammuffirà. Per il secondo metodo, dobbiamo lavare ed asciugare i limoni per poi metterli in un sacchetto di plastica adatto al freezer. Dopo aver chiuso il sacchetto avendo fatto uscire quanta più aria possibile, riponiamo i limoni nel congelatore.

A metà o a fette

Anche in questo caso abbiamo due alternative. Per la prima, se abbiamo un limone tagliato a metà, dobbiamo immergere la sua parte tagliata in un bicchiere con un po’ d’acqua fredda. In questo modo, il limone si conserverà come fresco per almeno una settimana. Per la seconda, possiamo conservare i limoni a fette e poi riporli nel congelatore. Per farlo, laviamo bene i limoni, li asciughiamo e li tagliamo a fette mantenendo la scorza. Dopo aver messo le fettine non sovrapposte su un vassoio, lo copriamo con la pellicola trasparente e lo congeliamo.

Succo e scorza

Possiamo conservare il succo di limone versandolo nello stampo per cubetti di ghiaccio. In questo modo potremo usarlo all’occorrenza. Le scorze possono essere conservate intere, grattugiate o essiccate. Nel primo caso, dopo aver ricavato le scorze le mettiamo in un sacchetto per alimenti per poi riporle nel freezer. Per conservare le scorze grattugiate nel congelatore, le mettiamo in un contenitore per alimenti. Infine, per essiccare le scorze sarà sufficiente metterle nel forno a 60 gradi per 2 ore in modo da far perdere la parte acquosa. Una volta raffreddate, le mettiamo in un sacchetto per alimenti e poi in freezer.

Approfondimento

Perché non buttare le bucce del limone nella spazzatura e i 6 modi geniali per poterle riutilizzare a cui non abbiamo mai pensato.

Consigliati per te