Scopriamo come capire se i cetrioli sono freschi e come cucinare la verdura disintossicante che in maggio troveremo sui banconi dei supermercati

Fra pochi giorni arriveranno in tutti i mercati e supermercati i cetrioli che saranno protagonisti dei nostri piatti fino ad ottobre. In questo articolo riporteremo alcune dritte che i grandi ristoratori utilizzano per i loro piatti esclusivi con questa verdura detox.

Come scegliere i cetrioli

I cetrioli hanno innumerevoli virtù ma sono rinomati per il loro sapore stuzzicante. Occorre però sceglierli bene quando li acquistiamo e dovremmo soprattutto puntare ai cetrioli piccoli. Potremmo esser tentati di comprare quelli più grandi perché sembrerebbero più sani ma al contrario sono acquosi e meno saporiti.

Scopriamo come capire se i cetrioli sono freschi e come cucinare la verdura disintossicante che in maggio troveremo sui banconi dei supermercati

Dovremmo inoltre badare che abbiano forma cilindrica perché gli esperti ci indicano che quelli di forma più affusolata sono più amari. Capiamo inoltre se sono freschi se hanno la buccia liscia e al tatto appaiono sodi. Per consumare un cetriolo fresco dovremo mantenerlo in frigorifero non più di una settimana.

Insalata detox con i cetrioli

L’insalata detox che vedremo conta su due ingredienti di cui sono famose le virtù diuretiche e detossinanti. Al palato risulterà fresca e croccante. Ci occorreranno 6 cetrioli medi come abbiamo detto e mezza cipolla rossa di Tropea. Affettiamo le cipolle a fette mentre i cetrioli a dadini, dopo averli pelati. Mettiamo entrambe in una ciotola e spargiamo una manciata di sale. Lasciamo che i cetrioli rilascino liquido. Aspettiamo circa un quarto d’ora. Scoliamo l’acqua e mettiamo entrambe gli ingredienti in una centrifuga per insalata, sciacquiamoli e centrifughiamo. Nel frattempo prepariamo 100 ml di aceto di mele, due cucchiai di olio Evo e un cucchiaino di zucchero. Mescoliamo fino a che lo zucchero non sarà completamente sciolto.

Trasferiamo cetrioli e cipolla in un’insalatiera e condiamo con la speciale vinagrette che abbiamo preparato. Infine aggiustiamo di sale e pepe. L’aceto di mele, anch’esso utilizzato nelle diete depurative, esalterà l’effetto disintossicante dell’insalata di cetrioli e cipolle. Naturalmente potremo preparare delle ottime insalatone con i cetrioli ma la vera scoperta sarà cucinarli cotti. Vediamo la ricetta di una focaccia superlativa.

Come cucinarli cotti

I cetrioli sono perfetti anche cotti e in particolare con questa ricetta dal gusto mediteranneo. L’abbinamento dei cetrioli con i latticini è davvero una coppia inossidabile, come ad esempio la salsa greca Tzatziki che vede l’utilizzo di cetrioli e yogurt greco. In questa ricetta invece utilizzeremo la burrata pugliese, una goduria per tutti i palati.

Ci occorrerà una pasta focaccia in rotolo, una burrata, un etto di prosciutto crudo San Daniele e due cetrioli medi. Peliamo i cetrioli e tagliamoli a rondele. Mettiamo in una pentola antiaderente un filo di olio Evo e facciamo soffriggere le rondelle di cetrioli per qualche minuto con un pizzico di sale. Prepariamo su una teglia la pasta per focaccia e spargiamo un filo d’olio. Dopo 10 minuti di cottura a 180 ° gradi, estraiamo la focaccia e copriamo con le fette di prosciutto crudo. Nel frattempo tagliamo la burrata e aggiungiamo sopra alle fette di crudo e terminiamo con i cetrioli saltati in padella. Completiamo la cottura per altri 7 minuti alla medesima temperatura.

Se scopriamo come capire se i cetrioli sono freschi, qualsiasi ricetta sarà un successo.

Lettura Consigliata

Per eliminare le tossine in eccesso e depurare il corpo basterebbe mangiare questo ortaggio di stagione che non è il cavolfiore

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te