Scoperte le 5 azioni che hanno reso ricco chi le ha in portafoglio

Qual è la strategia vincente per diventare ricchi in Borsa? Quella cosiddetta buy and hold, comprare e tenere in portafoglio, ha dimostrato nel tempo di dare ottimi risultati. Ed in fondo è la strategia che ha reso ricco Warren Buffet. La sua tecnica? Puntare su un numero limitato di azioni che avessero dei vantaggi competitivi, metterle in portafoglio e aspettare.

Scoperte le 5 azioni che hanno reso ricco chi le ha in portafoglio

Nel suo fondo d’investimento Berkshire Hathaway, in questo momento solo 5 azioni rappresentano la maggior parte del capitale investito. Nessuno lo avrebbe immaginato, ma Buffett sta puntando la maggior parte della sua ricchezza solamente su questi titoli. In questo articolo ve le possiamo rivelare perché sono state scoperte le 5 azioni che hanno reso ricco chi le ha in portafoglio.  Ovviamente a partire da Warren Buffet. Le 5 azioni sono Apple, Bank of America, American Express, Coca Cola, Kraft Heinz. Se le ha Warren Buffet in portafoglio, sicuramente sono azioni con un forte potenziale rialzista.

Apple

Le azioni di Apple (NASDAQ:AAPL) negli ultimi 20 anni sono passate da 1 dollaro agli attuali 123 dollari. Chi avesse investito 1.000 dollari allora, adesso avrebbe 123.000 dollari. Da qualche mese la corsa iniziata un anno fa, si è fermata. Riprenderà con il superamento dei 145 dollari, mentre al ribasso scatterà un allarme con una discesa dei prezzi sotto 105 dollari.

Bank of America

Le azioni di Bank Of America sono in rialzo da quasi dieci anni. A novembre del 2011 hanno toccato un minimo a 5 dollari, oggi quotano quasi 40 dollari. A 40 dollari l’azione ha una resistenza che se fosse superata, spingerebbe i prezzi fino al massimo assoluto di 55 dollari. Al ribasso scatterà un allarme se i prezzi dovessero scendere sotto 35 dollari.

Coca Cola

Coca Cola ha le sue azioni in costante rialzo dal 2009. Oggi quotano 52 dollari, ma a dicembre hanno raggiunto i 55 dollari. Ed è proprio da 55 dollari che passa una resistenza oltre la quale i prezzi possono salire fino a 60 dollari. Sarebbe invece un segnale negativo un ritorno sotto i 46 dollari.

American Express

Il titolo azionario della famosa carta di credito in 12 anni è passato da 10 a 144 dollari ed è sui massimi storici. L’azione a marzo ha toccato un massimo a 151 dollari, prima di ripiegare. Il superamento di questa resistenza spingerebbe i prezzi verso l’ambito traguardo dei 200 dollari. L’attuale fase rialzista verrebbe messa in forse solamente con un ritorno dei prezzi sotto 130 dollari.

Kraft Heinz

L’azione a marzo dello scorso anno ha toccato il minimo della sua storia. Ma da quel momento ha ripreso a salire. Da allora ha raddoppiato di valore e oggi quota 40 dollari. Il superamento dei 42 dollari aprirà la strada al primo target dei 50 dollari. Ma l’ambizioso traguardo è tornare ai massimi assoluti a 100 dollari. Al ribasso sarà negativo un ritorno sotto 35 dollari.

Approfondimento

Per chi guarda al mercato italiani, faccia attenzione a questi 2 titoli perché sono potenzialmente esplosivi.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te