Sconfiggere la gastrite con una dieta corretta

Un italiano su 5, secondo recenti studi, soffre di gastrite. Di questi il 60% sono uomini, ma è in forte aumento anche tra il genere femminile. E purtroppo anche tra i giovani. Sono state fatte scoperte importanti in materia, stabilendo che gastrite e ulcera possono essere causate anche da un batterio: L’Helicobacter pylori. Nonostante la sua aggressività, è possibile sconfiggere la gastrite con una dieta corretta.

Cause e sintomi della gastrite

La gastrite, a differenza di altre sofferenze, è meno intensa, ma più regolare e incessante. Al punto tale da rappresentare per 12 milioni italiani una vera e propria tortura. Come distinguere la gastrite da un semplice mal di stomaco? Sono questi i suoi sintomi principali:

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Acquista lo smartwatch XW 6.0 con il 70% di sconto

Scopri ora l'offerta

Smartwatch
  • pancia gonfia
  • bruciore di stomaco
  • difficoltà a digerire
  • vomito e nausea
  • acidità orale
  • palpitazioni cardiache

Tutti questi sono spesso riconducibili agli agenti esterni, che distruggono lo strato protettivo della mucosa del nostro stomaco. Ecco quindi che alcool, fumo, alcune medicine, e soprattutto una dieta sbagliata, concorrono allo sviluppo della gastrite.

Come intervenire per prevenire e curare

La prima regola, per sconfiggere la gastrite con una dieta corretta, è l’eterno suggerimento che diamo ai nostri figli: mangiare piano e masticare bene. Queste due semplici azioni infatti, permettono al nostro organismo, dalla bocca all’intestino, di macinare e smaltire il cibo al meglio. Una corretta masticazione infatti riduce la produzione degli acidi irritanti per le mucose, preparando poi il fegato e gli altri organi a svolgere la loro funzione correttamente.

Cibi sì e cibi no

Oltre alle abitudini corrette, possiamo vincere la gastrite anche scegliendo in cibi da mettere in tavola. semaforo verde per carne di pollo e tacchino, pesce magro, formaggi magri e freschi, verdure cotte. Importante anche la cottura e relativi sughi abbinati, che devono essere comunque ridotti al minimo indispensabile. Le cotture migliori sono quelle sulla griglia, a vapore e in pentola, ma con cottura breve. Semaforo rosso invece a salumi e insaccati, carne conservata, formaggi grassi, peperoncino e aromi piccanti, sughi e intingoli, bevande gasate e alcoliche. Attenzione anche al caffè, perché purtroppo la caffeina irrita le pareti dello stomaco. Si cerchi infine di eliminare il fumo.

Approfondimento

Bere troppi caffè fa male

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te