Scarpe nuove, il sistema infallibile per prevenire le dolorose vesciche sui talloni

Con il ritorno della primavera siamo tentati dalle scarpe nuove superglam. Ecco che, con o senza tacco alto, torna alla ribalta il problema delle vesciche sui talloni, causate dallo strofinare insistito tra pelle e calzatura. Ecco qualche trucchetto per prevenirle e rimediare, suggerito dagli Esperti di Salute di ProiezionidiBorsa.

Perché si formano le vesciche sui talloni

Scarpe nuove, il sistema infallibile per prevenire le dolorose vesciche sui talloni. L’attrito tra pelle e scarpe nuove, magari un po’ rigide, sui talloni, provoca la formazione di un’infiammazione. Subito seguita dalla formazione di un’area in cui la pelle si gonfia.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Aloe Vera

Dentro la bolla si forma liquido sieroso: quando ce ne accorgiamo, può essere troppo tardi. Se la vescica è piccola, possiamo farla riassorbire. Basta mettere un po’ di crema nutriente e un cerotto di silicone, l’infiammazione passerà entro due o tre giorni e la bolla sparirà.

I rimedi casalinghi da evitare in caso di bolle doloranti

Se al controllo del tallone dolorante la bolla, invece, è già comparsa, non c’è tempo da perdere. Bisogna drenare il liquido accumulato sotto la pelle, ma senza far esplodere la vescica.

Meglio lasciar perdere i rimedi della nonna: trapassare la bolla con ago e filo è un errore perché il filo potrebbe portare molti batteri all’interno della vescica. Possiamo forarla con un ago disinfettato e far uscire tutto il liquido. Spruzzare un po’ di polvere cicatrizzante e coprire con un cerotto per qualche giorno. La bolla si incolla alla pelle e si secca, si potrà poi rimuoverla.

Scarpe nuove, il sistema infallibile per prevenire le dolorose vesciche sui talloni

Per prevenire le vesciche è importante utilizzare vari accorgimenti. Indossare sempre i calzini estivi “fantasmini” nelle ballerine o le scarpe sportive. Ma devono essere in microfibra e prive di cuciture.

Se indossiamo dei calzini, servono della misura esatta del piede. Anche le scarpe devono esserlo, specialmente quelle da jogging o da trekking. Quando le proviamo, il piede deve essere contenuto e trattenuto, ma non si devono sentire cordonature. L’avampiede non deve scivolare in avanti e indietro.

Sollevando il tallone, non ci deve essere uno scivolamento tra pelle e scarpe. Se si indossano scarpe con i talloni scoperti, all’inizio della stagione, o quando le scarpe sono nuove, è sempre importante indossare collant superleggeri estivi.

Se si osa il piede nudo, prima di uscire massaggiarlo bene con una crema a base di ossido di zinco, per esempio quelle per i neonati. La crema con ossido di zinco e magnesio silicato si deve spalmare anche all’interno della scarpa o sul cinturino. Talvolta è molto utile per risolvere il problema delle scarpe nuove troppo dure.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te