Scadenze fiscali aprile 2021 per alcuni contributi INPS e dichiarazione dei redditi e versamenti IRAP, IRPEF e IRES

Slittati i termini per versare l’IVA 2020, presentiamo in questa sede le scadenze fiscali aprile 2021 per alcuni contributi INPS e dichiarazioni dei redditi e versamenti IRAP, IRPEF e IRES.

Partiamo dai datori di lavoro di colf, assistenti familiari o baby sitter, governanti, camerieri e cuochi: e di chi in genere presta servizi e mansioni domestiche e familiari. Per tutti varrà la scadenza fiscale fissata per il 10 aprile. Entro quella data, infatti, dovranno versare i contributi previdenziali all’INPS e riferiti al trimestre precedente gennaio-marzo 2021.

Come conoscere l’importo del versamento contributi previdenziali dei lavoratori domestici

L’INPS mette a disposizione dei datori di lavoro e dei lavoratori domestici un applicativo per il calcolo mensile dei contributi previdenziali dovuti dal datore di lavoro.

Questo software richiederà alcuni dati come la tipologia del contratto, se a tempo determinato o indeterminato. Ma andranno indicati anche l’anno e il trimestre di riferimento, le settimane e le ore retribuite nel trimestre. Infine bisognerà indicare se il lavoratore è parente del datore di lavoro e l’ammontare della paga oraria.

Dell’ammontare complessivo del contributo trimestrale, il calcolatore evidenzierà anche l’importo a carico del lavoratore da trattenere mensilmente in busta paga.

Diverse sono le modalità di versamento dei contributi previsti: sportelli postali e bancari, tabaccherie autorizzate, portale pagamenti INPS, etc. L’importo da versare è acquisibile comunicando il codice fiscale del datore di lavoro ed il codice del rapporto di lavoro. Accanto a questi dati, di default vengono associati quelli comunicati in sede di assunzione e/o integrati successivamente qualora fosse intervenuta qualche variazione.

I termini per la dichiarazione dei redditi precompilata

Procediamo nell’illustrare le scadenze fiscali aprile 2021 per alcuni contributi INPS e dichiarazioni dei redditi e versamenti IRAP, IRPEF e IRES.

Invece del 30 aprile, la disponibilità della precompilata da parte dell’Agenzia delle Entrate slitterà al 10 maggio 2021. A partire da quel giorno la precompilata sarà a disposizione dei contribuenti, ma solo in modalità visualizzazione. Dal 14 maggio, invece, sarà possibile modificare ed eventualmente trasmettere la dichiarazione precompilata.

Questo è dovuto allo slittamento dei termini dell’invio delle CU e dei dati necessari per la precompilata. Dal 16 al 31 marzo la data di scadenza non solo per le CU.  Anche per gli invii telematici all’Agenzia delle Entrate dei dati relativi alle spese detraibili da parte degli enti esterni. Si pensi alle banche, alle assicurazioni, agli Enti Previdenziali, i veterinari, gli asili nido e le Università.

Versamenti IRAP, IRPEF e IRES

Infine giungiamo al capitolo dei versamenti IRAP, IRPEF e IRES   che hanno scadenza 30 aprile 2021. Questo in conseguenza alla proroga della scadenza fissata al 30 novembre 2020 valida per i soggetti con riduzione di fatturato di almeno il 33% rispetto all’anno precedente.

Ecco dunque illustrate in sintesi le scadenze fiscali aprile 2021 per alcuni contributi INPS e dichiarazioni dei redditi e versamenti IRAP, IRPEF e IRES.

Consigliati per te