Scade l’8 marzo la partecipazione al bando per 200.000 euro a queste giovani aziende

Se il 2020 è stato l’anno nero per il turismo, il 2021 potrebbe segnare la svolta. Si spera per tutti o almeno, nella peggiore delle ipotesi, per molti.

Alle speranze, si uniscono poi i progetti concreti che guardano al futuro. Uno di questi rimanda ad un preciso programma promosso da MIBACT e gestito da Invitalia. Offre servizi di accompagnamento e contributi economici alle giovani imprese e agli aspiranti imprenditori nel mondo del turismo.

Vediamo di cosa si tratta nel concreto. Dicendo subito che scade l’8 marzo la partecipazione al bando per 200.000 euro a queste giovani aziende.

Il programma FactorYmpresa Turismo

Il programma, di cui si parla è il FactorYmpresa Turismo. Con la nuova call “Smart Contact Tourism”, esso mira a sostenere 10 progetti che nel loro piccolo ridisegnino la filiera turistica.

In pratica si tratta di scovare e implementare soluzioni innovative touchless che coniughino sicurezza, accoglienza e piacere dei posti visitati. Cioè si tratta di escogitare soluzioni nuove che consentano di fare turismo in modo accattivante, originale e contemporaneo. Senza dimenticare il rispetto alle attuali esigenze, ossia la garanzia del distanziamento e la necessità di tutelarsi dall’epidemia.

L’obiettivo del programma è quello di far crescere qualitativamente l’offerta turistica nazionale. E rendere il Paese forte e competitivo sulla scena mondiale alla ripresa e riapertura del settore viaggi.

I potenziali ambiti di intervento delle giovani idee

Su quali aree e/o tematiche è possibile cimentarsi?

a) prodotti, soluzioni tech e infrastrutture per la conversione dell’offerta turistica in chiave contactless;

b) la proposizione di esperienze alternative, che plasmino la classica offerta turistica ma in ottica next normal;

c) produzione di App che diano modo di fruire di musei, o idee nel campo dei trasporti, dell’alloggio e ristorazione e che evitino il contatto fisico.

Come si partecipa

Dunque scade l’8 marzo la partecipazione al bando per 200.000 euro a queste giovani aziende. E per la precisione, alle ore 12 di lunedì 8 marzo. Entro quella data bisognerà presentare sul portale di Invitalia la propria idea di business. Il progetto, come già detto, dovrà essere incentrato sui temi del turismo contactless, touchless e next normal.

La call è rivolta a startup, giovani imprese (costituite dal 2016), o a singoli disposti ad avviare, da soli o in team, una nuova impresa.

Scade l’8 marzo la partecipazione al bando per 200.000 euro a queste giovani aziende

Una volta giunti i progetti, inizierà la fase della scrematura, ossia della selezione delle idee, che sarà scissa in due step. Inizialmente verranno selezionate i primi 20 migliori progetti che accederanno a un Accelerathon. Vale a dire una full immersion di 38 ore di servizi di mentoring e tutoring.

Successivamente i partecipanti presenteranno le loro proposte nel corso di una sessione di pitch. Qui la giuria decreterà i 10 progetti vincitori. Per essi ci sono in palio 200mila euro, 20mila euro a progetto. Oltre a servizi di accompagnamento, in cui Invitalia è sicuramente l’agenzia nazionale leader al riguardo.

In chiusura, quindi, ricordiamo che scade l’8 marzo la partecipazione al bando per 200.000 euro a queste giovani aziende. Infine nell’articolo di cui qui il link illustriamo i ristori economici per 18 milioni di euro per determinate categorie d’imprese del Veneto.

Consigliati per te