Sarà incredibilmente facile presentare le domande INPS di riscatto e di ricongiunzione

Con la circolare n.46/2021, l’INPS semplifica le modalità per la presentazione delle domande di riscatto a fini pensionistici e di ricongiunzione dei periodi contributivi. L’Ente ha realizzato un punto d’accesso unico per l’invio delle suddette domande da parte degli iscritti a tutte le gestioni da esso amministrate. Ciò al fine di migliorare e semplificare la qualità dei suoi servizi. Pertanto, sarà incredibilmente facile presentare le domande INPS di riscatto e ricongiunzione, ecco come.

Le domande dovranno presentarsi esclusivamente a mezzo WEB, Contact Center Multicanale, al numero 803.164 per chi chiama da fisso, o 06164164 da mobile, o Patronati. Per poter accedere al servizio sul sito dell’INPS, l’interessato deve avere le credenziali di accesso, quali PIN, SPID almeno di Livello 2, CNS o CIE. Dopo l’autenticazione, il richiedente potrà accedere alle funzioni Home Riscatti, Home Ricongiunzioni.

Sarà incredibilmente facile presentare le domande INPS di riscatto e di ricongiunzione, ecco come

Per la domanda di Riscatto, il richiedente dovrà selezionare la funzione “Nuova Domanda”, compilare ed inviare la domanda. Il sistema guiderà l’utente a selezionare le varie opzioni. Una volta inserite tutte le informazioni richieste, nonché eventuali documenti richiesti, l’utente dopo aver selezionato di aver preso visione, premendo “Invio”, inoltrerà la domanda. Successivamente il sistema protocollerà la domanda, e nella sezione di consultazione, potrà stampare la ricevuta.

Modalità di calcolo

Per quanto concerne la sezione “Modalità di calcolo” dell’onere, questa consente di impostare le modalità per la determinazione dell’onere. Ciò rileva qualora l’interessato abbia esercitato prima o contestualmente alla domanda di riscatto, una delle facoltà che comporti la liquidazione della pensione col calcolo contributivo.  L’interessato può mutare anche il calcolo dell’onere di riscatto.

Qualora intenda riscattare gli anni di studio e i relativi periodi debbano essere valutati secondo il sistema contributivo, potrà richiedere che l’onere sia quantificato secondo:

  • retribuzione assoggettata a contribuzione nei 12 mesi più vicini alla data della domanda e aliquota contributiva vigente nel regime di riscatto alla data di presentazione;
  • livello minimo imponibile annuo ex art. 1, co.3 L. n.233/90, moltiplicato per l’aliquota di computo delle prestazioni pensionistiche dell’assicurazione generale obbligatoria per lavoratori dipendenti.

Presentazione domande di ricongiunzione

Anche per tali domande, l’INPS ha realizzato un punto d’accesso unificato disponibili nel “Portale Riscatti- Ricongiunzioni”. Mediante il pulsante “Home Ricongiunzioni”, si potrà accedere alla sezione predisposta per la presentazione delle relative domande, dove si trovano le seguenti funzioni:

  • Ricongiunzioni Gestione Pubblica;
  • Ricongiunzioni Gestione Privata.

 Da oggi, grazie al nuovo portale, sarà incredibilmente facile presentare le domande INPS di riscatto e di ricongiunzione. 

Approfondimento

Arriva il via dell’INPS, in pensione anticipatamente a 61 anni con queste agevolazioni

Consigliati per te