Sangria Catalana, variante bianca con lo Champagne

La Sangria Catalana, variante bianca con lo Champagne. Nell’area mediterranea la Sangria merita giustamente uno spazio importante nell’Olimpo delle bevande tipiche. Ma quella presentata oggi è la Sangria Catalana, variante bianca con lo Champagne, o, per stare in Italia, col Prosecco. Per chi ama la Spagna e i suoi costumi, sa bene che, anche nelle ricette, come nel calcio e nella politica, vige il derby Madrid-Barcellona, “el clasico” come viene definito sul terreno verde. E, non poteva certo mancare la risposta catalana alla bevanda nazionale castigliana. La versione bianca è ancora più gioiosa nei suoi colori, briosa nel gusto e originale nella forma e negli ingredienti. Si perde solo l’aspetto originale dell’etimologia “sangre”, sangue in spagnolo, dovuto al rosso intenso degli ingredienti originali.

Ingredienti della Sangria Catalana

  • Una bottiglia di Prosecco o Champagne
  • Una bottiglia di Grand Marnier o Vodka liscia o alla frutta
  • Arance
  • Pesche
  • Melone
  • Cannella
  • Zucchero

Preparazione di questo nettare degli dei

Fondamentale usare solo frutta di stagione. Un errore imperdonabile, anche per tutti coloro che non sono cultori della bevanda, quello di utilizzare frutta sciroppata in lattina!

  • Versare il succo delle arance in un recipiente capiente, utile a mescolare bene tutti gli ingredienti
  • Aggiungere una stecca di cannella
  • Unite la frutta tagliata a pezzetti
  • Versare la Vodka o il Grand Marnier
  • Aggiungere zucchero e Prosecco o Champagne
  • Lasciare riposare in frigo per almeno 5 ore

Anche questa Sangria va servita rigorosamente fresca, in una tradizionale brocca di dimensioni medio-grandi, con cubetti di ghiaccio. Può essere servita a pranzo e a cena, ma è talmente ricca di personalità, che, può reggere anche un cocktail da protagonista e da primadonna. Nelle ricette originali, sia rossa  classica, che Catalana,  appunto, va servita con spiedini di frutta e fette di melone e anguria, per una serata all’insegna della dolcezza.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te