Salutare e depurativo questo risotto di primavera da cucinare utilizzando una pianta aromatica ottima per agevolare la circolazione sanguigna

La primavera volge ormai al termine. Ancora qualche settimana e saremo in estate. Le temperature di questi ultimi giorni, in realtà, hanno di molto anticipato il passaggio. Il tutto con inevitabili conseguenze sul nostro umore, sulla nostra alimentazione e sul nostro stile di vita.

Il famoso mal di primavera, quest’anno, è durato davvero poco. Si è passati quasi subito dall’inverno all’estate, senza molto preavviso. Sappiamo quanto in questo periodo necessitiamo di una nutrizione leggera e ricca di sali minerali per fronteggiare il caldo.

Dovremmo ricercare tutti quegli alimenti indispensabili a darci quelle sostanze che possono permettere al nostro corpo di non soffrire troppo. Il basilico, per esempio, è una di queste. Tipica di questo periodo, è una pianta aromatica ottima sotto molti aspetti. Innanzitutto, contiene pochissime calorie e moltissima acqua. Le sue foglie sono benefiche per il nostro intestino, perché lo aiutano a lavorare al meglio, allontanando le possibili infiammazioni. È un antiossidante e contiene molta vitamina K, ideale per agevolare la circolazione sanguigna, tenendo lontani i coaguli.

Oggi lo andremo ad abbinare a un risotto molto leggero, perfetto da consumare a cena. Un piatto delizioso e profumato che abbina il basilico alla bontà delle mandorle. Ecco gli ingredienti per 4 persone:

  • 320 g di riso;
  • 60 g di mandorle sgusciate;
  • 20 foglie di basilico fresco;
  • 1 scalogno;
  • 100 ml di panna da cucina;
  • sale;
  • pepe;
  • olio extravergine d’oliva;
  • vino bianco;
  • brodo vegetale.

Salutare e depurativo questo risotto di primavera da cucinare utilizzando una pianta aromatica ottima per agevolare la circolazione sanguigna

Iniziamo la preparazione dalla crema con cui andremo poi a mantecare il risotto. Dovremo avvalerci di un frullatore, quindi mettere la panna liquida, le 20 foglie di basilico, 2 cucchiai di olio e i 60 grammi di mandorle sgusciate. Giriamo fino a quando il tutto non avrà assunto una consistenza morbida e cremosa.

Dopodiché lasciamo riposare, andando a preoccuparci del riso. Prendiamo una padella e ungiamo la superficie con un po’ di olio. Tritiamo finemente lo scalogno e andiamo a imbiondirlo. A quel punto aggiungeremo il riso. Versiamo un bicchiere di vino bianco e sfumiamo a fuoco vivo.

Il brodo vegetale, preparato in precedenza con una particolare ricetta della nonna, dovrà essere aggiunto ogniqualvolta il risotto ci sembrerà asciutto. La cottura dovrebbe durare, all’incirca, 18 minuti. Al termine, prendiamo il bicchiere del frullatore e versiamo il composto preparato in precedenza, amalgamando bene il tutto.

Il profumo sarà davvero invitante. Guarniamo con un paio di foglie di basilico fresco e mettiamo in tavola. Salutare e depurativo, questo risotto di primavera saprà davvero conquistare tutti con il suo intrigante sapore.

Lettura consigliata

Si scioglierà in bocca questo cremoso risotto agli asparagi mantecato con due filanti e croccanti ingredienti che lo renderanno super saporito

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te