Sai davvero usare il frigorifero nel modo giusto?

Hai un frigorifero, e come tutti lo utilizzi ogni giorno.  È un elettrodomestico molto importante, uno dei poli attrattivi della casa, talvolta un supporto morale. Per qualcuno è meta di pellegrinaggi notturni e talvolta anche sede di meditazione. In silenzio, in piedi, si sta a contemplarne la luce in cerca di risposte e in attesa che la temperatura ci rinfreschi le idee.

Anche se è un oggetto così domestico e quotidiano, spesso viene utilizzato male. E tu, sai davvero usare il frigorifero nel modo giusto?

Prenditene cura

Il frigorifero garantisce le migliori prestazioni se trattato con cura. Devi pulirlo periodicamente. Se non vuoi comprare detergenti specifici bastano acqua e bicarbonato, o acqua e aceto, da passare con una spugna pulita. Poi ripassa con un panno strizzato e infine asciuga. Queste sostanze naturali eliminano perfettamente i residui di cibo e tutti i cattivi odori. Per tenerli lontani a lungo, sistema una ciotolina con del bicarbonato oppure dei fondi di caffè, da sostituire frequentemente.  Lo stesso vale per il freezer, tienilo pulito e sbrinato, perché continui a funzionare ottimamente senza sprecare energia elettrica.

Sai davvero usare il frigorifero nel modo giusto?

Mantieni i cibi nelle confezioni adeguate perché non si alterino le loro fragranze. Non appoggiarli alla parete di fondo e non coprire le griglie: servono per far circolare meglio l’aria tra i ripiani. Ricorda che non bisogna introdurre alimenti ancora caldi o tiepidi.

Non riempirlo eccessivamente, ma non lasciarlo quasi vuoto! Da pieno consumerà più tempo ed energia per raffreddare ogni cosa, ma poi manterrà facilmente la temperatura per inerzia termica. Se è vuoto, ci sarà tanta aria, che si riscalda più in fretta dei cibi. Così si avrà grande sbalzo termico ad ogni apertura di sportello. Il motore si avvierà più spesso, consumando di più.

Sai davvero usare il frigorifero nel modo giusto? Ogni cosa al suo posto

Non va bene mettere tutto alla rinfusa, dove capita. Ogni ripiano del frigo ha diverse temperature, il che ci dice dove collocare i diversi alimenti.

Partiamo dalle zone meno fredde, che generalmente vanno da un minimo di 5° a un massimo di 10°C. Gli scomparti che troviamo sull’anta sono adatti a bevande, latte, vino e birra, burro, salse e condimenti in tubetto o ancora chiusi.  Nel ripiano più alto si possono riporre uova, yogurt, formaggi e latticini, dolci freschi. Ma anche affettati ancora chiusi sottovuoto e cibi cotti.

Dall’alto andando verso il centro, sistemiamo pietanze avanzate, da consumare entro pochi giorni, scendendo confezioni già aperte, verdure, salse e condimenti già iniziati. Qui la temperatura può andare dai 4° agli 8°. Nei ripiani più bassi la temperatura è più fredda, dai 2 ai 5°C. Possiamo usarli per carne e pesce freschi, e in generale per i cibi crudi. Sul fondo troviamo dei cassetti, dove la temperatura è all’incirca di 2°C. Sono perfetti per conservare frutta e verdura fresche.

Cerchi altri consigli? Il team di ProiezionidiBorsa ti spiega Come evitare che i batteri invadano gli avanzi conservati in frigo!

BNP Turbo Unlimited
BNP Turbo Unlimited

Consigliati per te

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.