Rivelato il segreto degli esperti per condire la pizza con una spettacolare mozzarella di bufala campana DOP

La bontà dei cibi preparati a casa con le proprie mani è ineguagliabile. Molti pensano sia difficile e dispendioso in termini di tempo ed energie, ma una volta presa la mano è tutto più semplice.

Inoltre, è un modo per risparmiare, se si pensa al costo di alcuni prodotti. Un esempio fra tutti la bevanda vegetale di riso, che si può preparare da sé con soli due ingredienti economici.

Anche la pizza è uno tra i cibi più squisiti se fatti in casa, ma solo applicando i trucchi giusti per renderla perfetta. Uno dei rischi è, infatti, fare una pizza troppo liquida, soprattutto a causa della mozzarella. Vediamo cosa suggeriscono gli esperti per usarla correttamente e farla sciogliere in modo uniforme.

Come distinguere una mozzarella di bufala campana DOP

Il Consorzio di tutela della mozzarella di bufala campana DOP ha svelato alcuni trucchi per usarla in modo corretto sulla pizza. Basta seguirli con attenzione e si potrà sciogliere in modo uniforme senza che risulti troppo liquida e gommosa.

Innanzitutto, bisogna riconoscere la mozzarella di bufala campana DOP prima di acquistarla. Il formaggio dev’essere preconfezionato all’origine in vari modi, come in vaschette o buste termosaldate. La confezione deve riportare una serie di informazioni, tra cui i marchi del Consorzio di Tutela e quelli della DOP. Inoltre, la denominazione dev’essere “Mozzarella di Bufala Campana”. Se è solo “Mozzarella di Bufala” oppure “Mozzarella bufalina” non si tratta di una certificata DOP. Infine, se si presenta in una busta annodata, dev’esserci un sigillo di garanzia.

Una volta trovata quella giusta, è il momento di metterla sulla pizza.

Rivelato il segreto degli esperti per condire la pizza con una spettacolare mozzarella di bufala campana DOP

Il primo consiglio per usare la mozzarella di bufala campana DOP sulla pizza è toglierla dal suo liquido di governo almeno due ore prima. In alternativa, toglierla dal liquido anche il giorno prima e tenerla poi in frigorifero. Si può conservare dentro dei contenitori forati per privarla del liquido in eccesso. Tagliarla prima a fettine dello spessore di massimo 5 millimetri, in modo che, una volta messa sulla pizza, potrà sciogliersi in modo omogeneo. Cuocerla ad alte temperature sia nel forno a legna sia in quello elettrico.

Ecco rivelato il segreto degli esperti per condire la pizza con una spettacolare mozzarella di bufala campana DOP. Sul palato si sentirà quindi una mozzarella umida al punto giusto, ma assolutamente non gommosa.

Se ne avanza anche per il giorno dopo, l’ideale sarebbe scaldarla in forno. Se non è possibile o si ha poco tempo, ecco come renderla fragrante anche in microonde.

Consiglio di lettura

Patate e tonno fanno faville in questo sformato senza forno da leccarsi i baffi

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te