Ritracciamento dei mercati alle porte? Le attese e i Buy per domani

Al di là della notizia di un accordo raggiunto tra Fca e Psa resta il dato macro del PIl italiano. Il risultato reso noto dall’Istat per il terzo trimestre è migliore delle attese (+0,1% sul trimestre precedente +0,3% sullo stesso periodo dell’anno scorso) ma viene confermata la stagnazione.

Piazza Affari

Intorno alle 16.20 Piazza Affari superava lo 0,5%. Lo spread, cioè il differenziale di rendimento tra Bund tedeschi e Btp italiani, arriva a 143,3,5 punti. Il rendimento del titolo di stato a 10 anni, tocca 1,017%.

Il resto del Vecchio Continente

Piazza Affari, però, è un’eccezione nel panorama europeo. Infatti alla stessa ora, in Francia il Cac40 di Parigi perdeva lo 0,37% mentre il Dax di Francoforte si limitava a -0,1%. Pesante Londra con il suo passivo dello 0,97%.

Wall Street

Tutta in rosso Wall Street. Alla stessa ora, cioè alle 16,20 (ora italiana) l’S&P 500 era in perdita dello 0,43%. Il Dow, sempre in negativo, era fotografato a -0,68% e il Nasdaq a -0,22%.

Si incomincia a pensare che ci possa essere ritracciamento dei mercati alle porte, ma si procederà per gradi ed al momento è ancora prematuro

Le ultime raccomandazioni a Piazza Affari

Partendo da questa panoramica ecco i principali aggiornamenti sui titoli italiani. Impossibile non guardare alla galassia Agnelli-FCA. Equita valuta buy Exor (t.p 80 euro) mentre Banca Akros vota buy per FCA con t.p di 17,50 euro, in rialzo sul precedente livello di 14,70 euro. Altro protagonista è anche Fila. Per Equita è un buy con target di 15,30 euro grazie alle ultime acquisizioni su Arches. Ma un Buy arriva anche da Banca Imi che vede un fair value di 16,30 euro. C’è poi il caso Poste Italiane. Rating add sempre da Banca Imi (t.p a 10,30 euro) e outperform da Mediobanca con fair value di 11,30 euro.

Le ultime raccomandazioni su Wall Street

Per Wall Street molti i titoli interessanti sotto la

lente degli esperti. Il primo è Apple. Wedbush Securities ha ribadito il rating Outperform e ha aumentato il suo target a $ 300 dai precedenti $ 265. Per Wells Fargo ci si limita al Market Perform con aumento, però, del target a $ 245 da $ 215. Confermato il Buy da UBS con target a $ 280 dal precedente $ 275. Morgan Stanley vota un overweight a $ 296 invece di $ 289. Downgrade, invece, per BP PLC che perde il giudizio Buy e si deve accontentare di un Hold secondo Argus. Facebook Inc. è ben visto da Wedbush che ha confermato il suo rating Outperform e il prezzo target di $ 250. Anche UBS è ottimista (Buy) ma ha ridotto il suo target a $ 235 da $ 240. Morgan Stanley ha ribadito il suo rating Overweight e aumentato il suo obiettivo a $ 250 da $ 235.

Ritracciamento dei mercati alle porte?

Qualcuno inizia a paventare la possibilità di un ribasso nei prossimi giorni. La probabilità non è da scartare in quanto a novembre è atteso un movimento ribassista del 3/5% prima di ulteriori rialzi.

Cosa farà continuare invece i rialzi?

Chiusure giornaliere superiori a 

S&P 500

3.000

Dax Future

12.823

Eurostoxx Future

3.592

Ftse Mib Future

22.410.

Trova il tuo broker

Tickmill
Fisher Investments
Ava Trade

Consigliati per te

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.