Risotti sempre al dente e saporiti con questi trucchi professionali per non sbagliarne mai uno

Il risotto è forse uno dei piatti più buoni e conosciuti nella cucina italiana. Non sono molti però a rendersi conto che questa ricetta apparentemente semplice, nasconde invece tante insidie e possibilità di errori. Ecco allora come cucinare risotti sempre al dente e saporiti con questi trucchi professionali per non sbagliarne mai uno.

Alcuni errori da evitare

Durante la preparazione del risotto non è per nulla difficile sbagliare, compromettendo così il gusto e la consistenza del nostro piatto. Esistono infatti vari errori possibili che partono già dalla scelta del tipo di riso. Dovremmo allora sceglierne uno con eccellente tenuta di cottura e che mantenga per bene la consistenza anche quando non consumato immediatamente. Due esempi potrebbero allora essere il riso il Carnaroli e l’Arborio, due tipologie di riso ben conosciute sia in Italia che all’estero.

La cottura poi sarà un passo importantissimo, infatti, dal momento della tostatura dovremmo calcolare circa tra i 18 e i 20 minuti.

Per quanto riguarda il brodo, invece, si sconsiglia vivamente di utilizzare il dado ma invece è sempre un’ottima idea riciclare scarti di carne e verdure. Rimane poi anche doveroso ricordarci che è un errore quello di versare il brodo tutto in una volta. Aggiungendolo cucchiaio per cucchiaio si permette al riso di lessare a dovere, assorbendo il brodo gradualmente e rilasciando per bene gli amidi. Tutti fattori importantissimi che renderanno il nostro risotto cremoso e compatto al punto giusto.

Per finire, un altro errore è anche quello di servirlo senza dargli il tempo di riposare: una volta finita la mantecatura il risotto va lasciato da parte almeno 5 minuti, giusto il tempo di preparare i piatti, per farlo insaporire bene.

Risotti sempre al dente e saporiti con questi trucchi professionali per non sbagliarne mai uno

Proprio come abbiamo già detto, per fare un grande risotto, avremo bisogno di un brodo di qualità: il trucco è sempre quello di farlo da soli usando le migliori verdure di stagione a disposizione, evitando però sempre pomodori, peperoni, finocchi e melanzane. Per farne uno davvero limpido e gustoso consigliamo di riempire una pentola d’acqua fredda, riempirla delle verdure scelte e farle bollire per 10 minuti. Dopo 10 minuti, le verdure avranno dato tutto quello che potevano dare e dovremo toglierle immediatamente. Passato questo tempo, infatti, il brodo tende ad intorbidirsi e a perdere l’aroma e il gusto delle verdure scelte.

Un altro trucco importante sarà anche poi ricordarsi di tostare sempre il riso a secco. Quando si utilizzano olio, soffritto o burro sono proprio questi a bruciarsi al posto del chicco di riso. Dovremmo invece farlo tostare fino a che non sarà diventato bello bianco e, solo a quel punto, potremo iniziare a condirlo.

Approfondimento       

In pochi conoscono questo trucco geniale per sgusciare un uovo sodo in due secondi

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te