Rischio ulteriore ribasso del 35% per gli indici americani, ma non nel breve. Quando allora?

Come prevede il frattale previsionale di Proiezionidiborsa, sugli indici americani c’è il rischio di ulteriore ribasso fino alla settimana 22 del 2020. Stiamo, quindi, parlando di un minimo annuale che si dovrebbe formare per metà maggio.

blank

Se prendiamo come riferimento l’indice Dow Jones sul time frame mensile la situazione è riassunta nel grafico seguente. La proiezione in corso è ribassista, ma il raggiungimento del II° obiettivo di prezzo in area 19083 ha provocato un rimbalzo delle quotazioni che potrebbe arrivare fino in area 24324. Questo scenario è compatibile con il frattale previsione che prevede dalla settimana 12 un piccolo rimbalzo delle quotazioni seguito da un andamento laterale prima dell’affondo finale.

Fai trading sui mercati più famosi del mondo ed esplora le infinite opportunità con Plus500

Inizia a fare trading »

Il 76,4% degli investitori al dettaglio perde denaro sul proprio conto quando negozia CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Nel breve, quindi, c’è la possibilità per una continuazione del rialzo senza, però, scardinare l’impostazione ribassista. Per un’inversione di lungo periodo, infatti, ci sarebbe bisogno di una chiusura mensile superiore a 24324. Che ciò accada nelle ultime due sedute di marzo è poco probabile, ma vista l’altissima volatilità nulla è da escludere.D’altra parte dai livelli attuali stiamo parlando di un rialzo del 13%. Poca cosa visto quanto accaduto nelle settimane precedenti.

Che si possa assistere a un rimbalzo dei mercati è confermato anche dal NASDAQ100 (quotazioni) che potrebbe aver segnato un minimo di medio periodo.

Dow Jones

Down Jones: proiezione ribassista in corso sul time frame mensile. La linea blu rappresenta i livelli di Running Bisector; la linea rossa i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione.

Analisi grafica e previsionale sul NASDAQ100

Come si vede dalla figura seguente sul NASDAQ100 il BottomHunter ha dato un segnale di minimo sul time frame settimanale. Questo segnale, l’ultimo c’era stato a inizio 2019 e quello che è successo è noto a tutti: un rialzo di circa il 50%. Se anche questa volta il BottomHunter ha visto giusto ci aspetta un rialzo di circa il 25% fino al I° obiettivo di prezzo in area 9569.

L’unico motivo che ci induce a ulteriore prudenza viene dal fatto che, a differenza di quanto accaduto nel 2019, il segnale c’è stato senza rompere la prima resistenza lungo il cammino che porta al rialzo. Prestare, quindi, molta attenzione.

Conclusione: sugli indici americani c’è il rischio ulteriore ribasso del 35%, ma tra qualche mese. Chiaramente la proiezione va seguente passo dopo passo per anticipare eventuali cambiamenti di scenario.

NASDAQ100

NASDAQ100: proiezione rialzista in corso sul time frame settimanale. La linea blu rappresenta i livelli di Running Bisector; la linea rossa i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione

Approfondimento

Indici azionari a rischio crollo, fin dove potrà scendere la Borsa americana?

Scopri Plus500
Scopri Plus500

Consigliati per te

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.