Rischierebbe di più pressione alta ma anche asma, tumori e altri problemi cronici chi deve fare i conti con questi problemi di salute

Quando viene fuori una nuova ricerca scientifica c’è il rischio che la si accolga con un filo di negatività. Ma è sbagliato, perché gli scienziati lavorano per individuare cause e correlazioni dei problemi e arrivare più facilmente a trovare la strada delle soluzioni.

Niente allarmismo, perciò. Meglio, invece, sintetizzare quanto gli studi riferiscono e comprendere perché è importante affrontare eventuali criticità, evitando di andare incontro a situazioni più complicate da superare.

Qual è lo studio fatto

Secondo uno studio rischierebbe di più pressione alta ma anche asma, tumori (di qualsiasi forma) o altre problematiche simili chi deve fare i conti con depressione, ansia o con entrambe le cose. Quelli citati sono alcuni tra i 15 problemi cronici considerati.

Lo studio è stato pubblicato da Jamal (Journal of the American Medical Association) Network Open. Secondo i risultati è emerso che soffrire d’ansia o depressione rappresentava un presupposto che corrisponderebbe ad una maggiore possibilità di sviluppare problemi cronici.

I dati si sono analizzati su 40.360 adulti. Si è sfruttato un database della contea di Olmsted Minnesota, in cui è stato possibile analizzare le informazioni mediche dei soggetti considerati.

Rischierebbe di più la pressione alta, l’asma e anche il tumore chi deve fare i conti con questi problemi di salute

La moltitudine di persone oggetto dello studio si è divisa inizialmente in tre gruppi in base alle fasce d’età. A questa divisione se ne è aggiunta una ulteriore tra chi soffriva di depressione, chi di ansia, chi di entrambe le cose e chi di nessuna cosa.

I soggetti per i quali è emersa la maggiore probabilità di sviluppare una condizione cronica erano le donne con depressione ed ansia di tutti e tre i gruppi (20, 40, 60 anni, in base al compleanno festeggiato nel periodo tra il 1° gennaio 2005 ed il 31 dicembre 2014).

A loro, come soggetti più esposti alle criticità, si aggiungono gli uomini più giovani in base alla segmentazione anagrafica utilizzata dallo studio e nella stessa situazione (con entrambe le comorbilità).

I rischi da considerare sarebbero ipertensione, l’asma, broncopneumopatia cronica, la maggior parte dei tumori e altre situazioni da affrontare fino ad arrivare a diverse 15 tipologie di problemi cronici

Un motivo in più, dunque, per prendere sul serio problema come ansia e depressione e non sottovalutarli. Affidarsi a specialisti qualora si palesassero dei sintomi sospetti o adottare stili di vita che le allontanino devono essere sempre le scelte giuste da fare.

Lettura consigliata

Per combattere e allontanare la depressione ecco cosa si dovrebbe fare ogni giorno facendolo diventare una buona abitudine

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te