Rischia multe fino a 665 euro e la sospensione della patente l’automobilista che commette questa infrazione

Il Codice della Strada prescrive delle norme poste a tutela dell’incolumità dalle persone. Oltre a vigere un generale obbligo di cautela, esistono molte norme che si addentrano nello specifico. D’altronde gli incidenti, secondo l’ISTAT, nel 2021 hanno superato la soglia dei 64.000 casi. Come se non bastasse, le vittime sono state più di 1.300. Ciò significa che ogni giorno nel nostro Paese si registrano più di tre vittime al giorno, di media.

Ci sono una pluralità di situazioni che possono potenzialmente rappresentare un pericolo. La velocità eccessiva, ci dicono le statistiche, oltre a causare perdita di controllo del veicolo, può generare confusione negli incroci. Allo stesso modo, i colpi di sonno e gli stati di diminuita percezione costituiscono certamente un primario pericolo. Tra le situazioni pericolose purtroppo più comuni si può verificare anche quella del sorpasso. Questa situazione non è considerata sempre nello stesso modo. In due casi viene indicata dall’ordinamento con maggiore severità. Così vediamo di cosa si tratta, visto che chi commette l’infrazione rischia multe fino a 665 euro ed anche la sospensione del documento di guida.

Una questione di visibilità

La formula dell’articolo 148, comma 10, descrive due situazioni specifiche ed un parametro generale. Sui dossi e nelle curve è vietato sorpassare, a meno che la strada non sia a due carreggiate separate. È consentito però sul senso unico, sia che si tratti di senso unico o di due corsie che hanno lo stesso senso di marcia.

È vietato sorpassare anche durante qualsiasi condizione di scarsa visibilità. Ad esempio in caso di scarsa luminosità, di nebbia o nubi basse in grado di far percepire poco l’eventuale sopraggiungere di altri veicoli. Sarà l’agente accertante a valutare la scarsa visibilità. La multa per questi comportamenti varia dai 167 ai 665 euro. Si tratta di una sanzione che può diventare molto pesante. Questo in considerazione del grande pericolo rappresentato. Oltre alla sanzione pecuniaria, consegue la sospensione della patente. Per un periodo che varia da uno a tre mesi non potremo metterci alla guida. Ancora più grave è la sanzione per il neopatentato. In questo caso la sospensione della patente durerà fino ad un massimo di sei mesi.

Rischia multe fino a 665 euro e la sospensione della patente l’automobilista che commette questa infrazione

Si può dire infatti che il sorpasso è una delle manovre più complesse riguardanti l’attività di guida. Richiede normalmente poco tempo e molto spazio a disposizione. Non tutte le macchine riescono ad accelerare nel giro di poco tempo. In questo incide sicuramente la velocità di partenza, così come il motore che abbiamo a disposizione. Inoltre, occorre segnalare con congruo anticipo la manovra, in modo che eventuali altri utenti non provino ad effettuarla in contemporanea. Peraltro, i giudici della Corte di Cassazione con la sentenza 5505/08 hanno sancito la necessità di considerare, tra i vari fattori, anche la potenziale riduzione degli spazi a disposizione. Nel caso concreto, si trattava dell’improvvisa apertura di uno sportello. Questa aveva causato il contatto tra l’auto sorpassata e quella che stava sorpassando.

In caso di multa, attenzione poi all’obbligo di comunicazione dei dati dell’automobilista alla guida. In base ai recenti sviluppi, però, si potrebbe compiere questa dichiarazione per non incorrere nella sanzione per mancata comunicazione.

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te