Risanamento è impostato al ribasso ma un guizzo verso l’alto potrebbe spingere a un rialzo del 300%

La situazione del titolo in questione è molto delicata dal punto di vista grafico, Infatti, Risanamento è impostato al ribasso ma un guizzo verso l’alto potrebbe spingere a un rialzo del 300%. Queste sono le indicazioni che arrivano dall’analisi grafica e previsionale.

Anche gli indicatori comunemente utilizzati per valutare un titolo azionario restituiscono indicazioni non proprio incoraggianti. Qualunque sia la metrica utilizzata (PE, PEG, PB), infatti, Risanamento risulta essere sopravvalutato.

Risanamento è impostato al ribasso ma un guizzo verso l’alto potrebbe spingere a un rialzo del 300%. Queste sono le indicazioni dell’analisi grafica e previsionale

Risanamento (MIL:RN) ha chiuso la seduta del 15 dicembre a 0,0541€ in ribasso dello 0,37%  rispetto alla seduta precedente.

Time frame settimanale

La tendenza in corso è ribassista, ma il supporto intermedio in area 0,0538 euro sta resistendo bene alla pressione ribassista. In caso contrario, la rottura definitiva di questo livello porterebbe le quotazioni verso il I obiettivo di prezzo in area 0,0443 euro. Gli obiettivi successivi sono anche indicati in figura.

Per una svolta rialzista, invece, bisogna aspettare una chiusura settimanale superiore a 0,0593 euro.

Risanamento

Risanamento: proiezione ribassista in corso sul time frame settimanale. Le linee oblique rosse rappresentano i livelli di Running Bisector; le linee orizzontali i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione. Sulla sinistra è mostrato il volume per ciascun livello di prezzo. Il pannello intermedio riporta il segnale di BottomHunter. Il minimo sul time frame considerato è segnato quando è uguale a 1. Il pannello dei volumi mostra il volume scambiato per ciascuna barra confrontato con una media mobile esponenziale zero lag a 20 periodi. Nel pannello inferiore è mostrato lo Swing Indicator che mostra i segnali al rialzo e al ribasso sullo strumento in questione.

Time frame mensile

Sono ormai 7/8 mesi che le quotazioni sono bloccate sugli stessi livelli, ma vista l’impostazione ribassista (chiaramente visibile dallo Swing indicator) ci sono altissime probabilità che si possa accelerare al ribasso. Tuttavia una chiusura mensile superiore a 0.065 euro potrebbe fare letteralmente esplodere le quotazioni verso gli obiettivi indicati in figura. Nello scenario più ottimistico (raggiungimento del III obiettivo di prezzo in area 0,27 euro) si prospetterebbe un rialzo di oltre il 300% considerando un ingresso alla rottura della resistenza in area 0,065 euro.

Risanamento

Risanamento: proiezione rialzista in corso sul time frame mensile. Le linee oblique rosse rappresentano i livelli di Running Bisector; le linee orizzontali i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione. Sulla sinistra è mostrato il volume per ciascun livello di prezzo. Il pannello intermedio riporta il segnale di BottomHunter. Il minimo sul time frame considerato è segnato quando è uguale a 1. Il pannello dei volumi mostra il volume scambiato per ciascuna barra confrontato con una media mobile esponenziale zero lag a 20 periodi. Nel pannello inferiore è mostrato lo Swing Indicator che mostra i segnali al rialzo e al ribasso sullo strumento in questione.

Approfondimento

Questo è il momento giusto per un’esplosione dei prezzi per Pierrel che probabilmente ha segnato il bottom poliennale

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te