Ringiovanire il viso in maniera naturale con questi ingredienti

Pulire la pelle in profondità, rimuovere le cellule morte ed illuminare la pelle sono le azioni richieste ad uno scrub viso naturale. Le soluzioni fai da te qui sotto elencate ti aiuteranno. La pulizia della pelle e in particolar modo quella del viso, che è la parte più esposta e soggetta a imperfezioni, rientra da sempre nelle pratiche di beauty routine quotidiane.

È consigliato associare, una volta a settimana, un trattamento di pulizia più profonda, come può essere uno scrub adatto alla pelle delicata del viso. Vediamo come ringiovanire il viso in maniera naturale con questi ingredienti!

Perchè è importante prendersi cura della pelle del viso

Esistono aree più soggette a intossicazione dei tessuti, come le pieghe del mento, i lati del naso, la fronte. In ogni caso, i pori della pelle necessitano sempre di essere liberati dalle polveri sottili e dall’eccesso di sebo prodotto dalla pelle stessa. In commercio esistono prodotti fitocosmetici formulati per rispondere alle diverse esigenze, con attivi efficaci per lo scrub delicato del viso. Gli attivi utili gli scrub per il viso sono sempre più specifici, per essere efficaci senza alterare il film idrolipidico della pelle.

Le pelli miste richiedono attenzioni diverse rispetto alle pelli secche. Ma entrambe necessitano processi di esfoliazione per eliminare le cellule morte e donare lucentezza all’incarnato.

Ringiovanire il viso in maniera naturale con questi ingredienti

Il primo ingrediente che vi suggeriamo, sono le microsfere di olio di jojoba. Le microsfere di olio di jojoba contenute in alcuni gel viso agiscono da esfoliante in primis. Vengono infatti massaggiate in senso circolare sulla pelle, esercitando un’azione scrub profonda ma delicata. Col calore delle mani le microsfere si aprono rilasciando l’olio di jojoba che ingloba le impurità e nel contempo idrata. Poi inumidendo e risciacquando, questo oleoscrub lascia la pelle morbida e illuminata.

Per le pelli miste, sono tuttavia più indicati i microgranuli di nocciolo di ciliega. Possono essere contenuti in scrub specifici per il viso di formulazione cremosa. I microgranuli esercitano un’azione di pulizia profonda sui pori della pelle, eliminando gli eccessi di sebo. Lasciano così la pelle pulita, idratata e normalizzata.

Anche i microgranuli dal guscio della mandorla svolgono la stessa funzione, con gli stessi benefici per le pelli iperfunzionali.

Preparare uno scrub fai-da-te

È possibile creare il proprio scrub fai da te utilizzando alcuni ingredienti semplici e facilmente reperibili nella propria cucina.

Fondi di caffè opportunamente miscelati con olio d’oliva e un cucchiaino di miele, possono essere applicati sul viso con movimenti circolari. Esercita infatti una leggera azione esfoliante, stimola il microcircolo e tonifica i tessuti.

Altrimenti, provate a ridurre in polpa una banana per poi aggiungere due cucchiaini di zucchero di canna. Questo scrub applicato sulla pelle del viso esercita un’azione esfoliante e normalizzante della pelle grassa. Gli acidi di frutta possiedono infatti la proprietà di riequilibrare le pelli particolarmente soggette a ipersecrezione sebacea.

Se invece avete la pelle delicata, provate il mix di yogurt e bicarbonato. Il bicarbonato pulisce la pelle senza aggredirla e lo yogurt rinfresca, idrata l’epidermide, lasciandola luminosa e morbida.

E se lo scrub non fosse la scelta più adatta perché la pelle risulta iper-reattiva, è possibile modulare con un gommage. Il gommage è un trattamento più delicato di pulizia della pelle, con attivi dall’azione meno intensa dovuta a componenti granulosi.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te