Rinfrescare il letto e non soffrire il caldo di notte in vari modi

notte

Il caldo è sicuramente bello e piacevole, ma come si suol dire il troppo stroppia. Ed ecco dunque che dopo averlo tanto invocato ci troviamo avvolti dall’afa a chiedere una tregua. Quando le temperature infatti salgono vertiginosamente, diventa impossibile non avvertire una certa sofferenza. Spossatezza, mal di testa e sudore grondante rendono certe giornate un vero inferno. E non va meglio la notte, anzi talvolta è proprio lì che arriva il peggio.

Trucchi per dormire con il caldo

Dopo una lunga ed estenuante giornata, finalmente abbracciamo il letto ed ha inizio l’incubo. Cominciamo a sudare copiosamente e ad appiccicarci al lenzuolo. Cambiamo continuamente posizione senza trovare un attimo di pace e di fresco, non riusciamo a dormire. Conseguenza sarà innervosirsi e avvertire ancora più caldo, insomma si entra in un loop infinito. Per salvare il nostro sonno e tutelare il nostro organismo bisognerà trovare qualche soluzione che contrasti il caldo in camera da letto.

La prima regola ovviamente è agire fin dal giorno per stare freschi in casa anche senza condizionatore con qualche stratagemma. Ad esempio evitare che entri l’aria afosa di fuori così che la stanza non risulti riscaldata nelle ore notturne. Naturalmente dovremo scegliere un pigiama leggero per dormire, ma vi sono anche altre furbizie.

Rinfrescare il letto e non soffrire il caldo di notte in vari modi

Talvolta potrebbe sfuggirci, ma il nostro materasso solitamente ha due lati: uno invernale e l’altro estivo. Girarlo da quest’ultimo lato già dovrebbe andare a portare una leggera frescura nel letto. Per rendere il nostro letto però ancora più freddo sarebbe ideale spostarlo. Posizionare il materasso direttamente a terra farà sì che si senta meno caldo perché il pavimento è fresco. Per accentuare quest’aspetto, sarebbe consigliabile anche lavare a terra prima di coricarsi.

Il letto accostato a uno o più muri raccoglie calore, molto meglio posizionarlo al centro della stanza. Se disponiamo di un ventilatore, accenderlo e collocarlo di fronte a una finestra aperta assicurerà un ricircolo d’aria fresca. Per rendere meno calda l’aria proveniente dalla finestra si dovrebbero tenere le tende aperte ma dopo averle bagnate. Questo trucchetto renderebbe l’aria più refrigerante. Un’altra accortezza che potrebbe fare la differenza è tenere qualunque dispositivo elettrico spento, inclusi telefono e lampada. Infatti i dispositivi elettronici generano calore e ci si riverserà inevitabilmente addosso.

Mantenere letto e cuscino freschi

Oltre ad adottare i suggerimenti esposti finora potremmo avere ancora qualche asso nella manica. Infatti si potrà andare a raffreddare direttamente il letto. Per farlo potremmo servirci della classica borsa d’acqua calda ma riempita questa volta di acqua gelata. In alternativa andrà bene anche una bottiglia di plastica congelata e avvolta in una stoffa. Coricarci con l’una o l’altra sarà una vera manna dal cielo.

Forse ancora poco noti ma esistono anche complementi di biancheria anti caldo, quelli refrigeranti o termoregolatori. Vi sarebbero cuscini, lenzuola e copri materasso di questo tipo. Sarebbero in grado di raffreddarsi e regalarci la tanto desiderata bassa temperatura. È dunque possibile rinfrescare il letto e non soffrire il caldo di notte con diverse e preziose accortezze.

Lettura consigliata

Oltre al bicarbonato per togliere la puzza di sudore dai vestiti senza lavarli esistono questi 6 praticissimi rimedi casalinghi

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te